Condividi la notizia

L’INIZIATIVA

Un disco per ricordare Carlo Barbierato

Il sindaco di Polesella (Rovigo) Leonardo Raito si è fatto promotore dell’iniziativa per fissare l’arte del maestro Carlo Barbierato in modo indelebile

0
Succede a:

POLESELLA (Rovigo) - L’Amministrazione comunale di Polesella intende ricordare degnamente il maestro Carlo Barbierato, prematuramente scomparso a fine 2018, e intende farlo con un’iniziativa di promozione della sua arte musicale di cui dà notizia il sindaco Leonardo Raito.

“Nei giorni scorsi ho incontrato il maestro Leonello Capodaglio, con cui in passato avevamo collaborato nel recupero della memoria dei musicisti polesellani Celega e Foschini, in un progetto di cui era stato protagonista anche il maestro Barbierato. Capodaglio è in possesso di una serie di registrazioni inedite di Barbierato, che vorremmo tradurre in un cd che possa fissare l’arte del maestro in modo indelebile. A tal fine mi sono già attivato per cercare dei finanziamenti per masterizzare e incidere il disco”. 

Carlo Barbierato, polesellano classe 1964, si era diplomato in organo e composizione organistica nel 1990 sotto la guida del maestro Pierluigi Comparin e monsignor Luigi Pieressa. Dal 1997 era organista nella basilica di Santa Maria del Rosario in Polesella. Ha sempre svolto un’intensa attività concertistica ed ha diretto nel 2001 la catalogazione del patrimonio organario della Diocesi di Adria-Rovigo. Ha pubblicato composizioni organistiche e scritti di organologia. E’ stato direttore delle rassegne organistiche “Concerti di Primavera” e “Concerti d’Autunno” nonché dell’Estate organistica a Santa Maria in Punta. E’ stato direttore del concorso organistico nazionale di Anguillara Veneta. Ha fatto parte di giurie di concorsi nazionali ed internazionali. E’ stato presidente dell’associazione organistica veneta. Era docente al conservatorio “Lorenzo Perosi” di Campobasso. Stimatissimo in tutto il Polesine per essersi sempre preso cura di diversi organi e per la sua indubbia generosità, ha lasciato un vuoto indelebile nel mondo culturale provinciale. 

"Nel nostro programma era prevista la possibilità di ricordare degnamente una figura così nota e stimata. Riteniamo che la realizzazione del disco - conclude Leonardo Raito - così come le belle iniziative avviate dalla Parrocchia, che lo scorso anno tenne uno splendido concerto in suo onore, sia fondamentale. Ringrazio di cuore il maestro Capodaglio per averci pensato. 

 

Articolo di Sabato 11 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it