Condividi la notizia

VIABILITA’

Il corso del Popolo deve restare aperto, per Riva Destra bisogna ripensare altre soluzioni 

Daniele Cordone, Fabio Baroni e Federica Doni di Riva Destra propongono modifiche alla viabilità di Rovigo, e anche sul mercato del martedì

0
Succede a:

ROVIGO - La qualità e la maturità di una città si vede quando essa pensa in grande. E Rovigo pensa in grande?

Chi si pone questo questo problema è Daniele Cordone, coordinatore di Riva Destra (Movimento confederato a Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni) per la Provincia di Rovigo, insieme ai coordinatori cittadini Fabio Baroni e Federica Doni.

“In effetti, dopo ben 20 anni dal rifacimento del Corso del Popolo (poco più di 400 metri), opera costata all’ex Sindaco Baratella la caduta da Palazzo Nodari, si continua a discutere se è bene chiuderlo, lasciarlo aperto, ZTL si, ZTL no. Oggi c’è chi ipotizza perfino un senso unico sulla principale arteria della città. Oggi siamo al limite del ridicolo, dove chi si alza per primo mattino si sente in diritto a spararla più grossa di quello del giorno prima. Questa strada e la viabilità di tutta la città  sono state oggetto di studio di importanti esperti e professionisti, ad iniziare dall’Ingegner De Beaumont, convinto della necessità che il Corso del Popolo dovesse restare aperto”.

“Per non parlare dei danni del sedime stradale delle strade interne - spiegano Daniele Cordone, Fabio Baroni e Federica Doni - usato dalle auto e dai bus oggetto del percorso  alternativo, quando si è deciso nel recente passato di chiudere al traffico questa strada, e all’innalzamento di inquinamento che vi è stato”.

Riva Destra intende proporre alcune necessarie modifiche al traffico veicolare, come ad esempio una maggiore fluidità di uscita dalla città, l’utilizzo di sensi vettoriali di direzione che portano verso il centro della stessa, la modifica della viabilità, con il ripristino del senso di marcia storico  di via 4 Novembre, via Verdi, il ripristino del doppio senso di circolazione di via Gattinara, così da evitare che da via A. Mario si sia costretti ad intasare Viale Verona, la rivisitazione urgente dell’impianto semaforico di viale della Pace, oggetto di critiche e di blocco del traffico per diversi minuti. 

“Occorre anche ripensare all’ubicazione del mercato del martedì in accordo con la Regione e con gli operatori, utilizzando le strade di ZTL come via Angeli, Via Cavour, Piazza Garibaldi, Piazza Vittorio Emanuele, via Bedendo, fino a raggiungere piazza Merlin lasciando completamente libero il passaggio sul Corso del Popolo.

Riva Destra è pronta a qualsiasi confronto sulle questioni della città, l’importante che le proposte siano costruttive e promuovono lo sviluppo economico della “Città delle Rose””. 

 

   

Articolo di Sabato 11 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it