Condividi la notizia

#elezioniVENETO2020

Aldo D'Achille, sindaco simbolo del Polesine per impegno ambientale e sociale, con Arturo Lorenzoni [VIDEO]

Il primo cittadino del comune di San Bellino aderisce al progetto politico de Il Veneto che vogliamo e si candida per il consiglio regionale

0
Succede a:
ROVIGO - Arturo Lorenzoni presenta al Censer di Rovigo la candidatura a presidente della Regione del Veneto sostenuto dalla propria lista civica Il Veneto che vogliamo. Oltre alla civica in coalizione vi saranno anche il Partito democratico (LEGGI ARTICOLO) Veneto Europa Verde, +Europa e Centro Democratico, Rete Civica Veneta.

La lista di Veneto che vogliamo è ancora aperta ed al momento i quattro candidati per il Polesine sono Aldo d’Achille, di Lendinara e sindaco di San Bellino, Enrico Bonato di Adria, consigliere comunale, Sara Quaglia di Badia Polesine e consigliere comunale, Enrica Muraro, operatrice socio sanitaria di Lendinara.

Da Rovigo nessuna candidatura, ma l'impressione è che il gruppo di lavoro diel sindaco Edoardo Gaffeo possa convergere sulla candidatura a consigliere del sindaco D'Achille, impegnato più di ogni altro sui temi di ambiente, raccolta differenziata dei rifiuti, Pm10 in pianura padana, impegno per i servizi ai cittadini ed al sociale, economia circolare.


Ricostruire il legame di comunità in ambito regionale, la missione di Lorenzoni che invita tutti gli attivisti a "generare l'onda" del cambiamento. Incontri, assemblee, dialogo, le parole chiave per tornare a parlare con tutti, strada per strada, casa per casa. Il Veneto che vogliamo deve essere raccontato di persona, trasferendo all'elettore i valori del "sogno" di un Veneto diverso. Una campagna elettorale che premia, Barbierato ne è l'esempio, un candidato impegnato fino all'ultimo in micro comizi giornalieri, anche all'uscita dalle fabbriche.

Hanno partecipato alla presentazione della lista di Lorenzoni i sindaci Edoardo Gaffeo, Omar Barbierato ed Aldo D'achille che è anche candidato in virtù della sua innovativa esperienza amministrativa nel comune di San Bellino.

"Non una campagna elettorale contro qualcuno o contro qualcosa, ma a favore di un modello diverso, parlando alla testa delle persone e non alla pancia" il consiglio di Gaffeo alla platea, "persone capaci di fare squadra, che rispettino l'ambiente, la sanità e la legalità" l'auspicio di Barbierato, sindaco di Adria che vedrà candidato il proprio capogruppo consiliare Enrico Bonato, figlio del presidente Leonardo delle tre liste civiche che lo hanno visto eletto primo cittadino.


“Serve una visione del territorio e una relazione con i singoli amministratori - ha affermato Aldo D'Achille - se Zaia avesse voluto davvero farsi una idea della nostra provincia, 5 sindaci al giorno, tra comuni grandi e piccoli, in due settimane, 10 giorni lavorativi, ci avrebbe convocati tutti in Regione. E gli avremmo parlato, gli avremmo dato una idea di Polesine, che lui non ha e non può avere, perchè non ci conosce". Il sindaco di San Bellino invita tutti i presenti a crederci, portanto l'esperienza maturata sui campi da rugby, "concorriamo alla stessa meta e per questo dobbiamo essere tutti coinvolti nello stesso obiettivo. Il Polesine ed il Veneto merita di essere disegnato con nuovi colori, oggi è una immagine sbiadita di quello che era e potrebbe ritornare ad essere”.


Arturo Lorenzoni ha quindi affermato che Il Veneto che vogliamo è la nuova veste del patrimonio valoriale dei veneti, quella veste che non è stata scorta fino ad oggi e la cui mancanza ha fatto disamorare i cittadini veneti alla politica, sentita troppo lontana. Aggregare e condividere un progetto, con attenzione, volontà di ascolto e capaci di interpretare le necessità dei cittadini. Lorenzoni ha annunciato quindi le tre direttrici della azione di governo per la Regione Veneto: ambiente, i cui investimenti possono diventare reale motore per l’economia, innovazione, anche per le politiche sociali ed economiche, ed una forte attenzione alle fragilità dei singoli. Una nuova scala di priorità per la Regione, superando le appartenenze e concentrandosi sui contenuti.

 
Articolo di Sabato 11 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it