Condividi la notizia

BADIA POLESINE

Abafoods e Zhermack, con il Comune, al fianco dei più bisognosi

Fondamentale nel 2019 il sostegno economico di due aziende ai Servizi Sociali del comune di Badia Polesine (Rovigo)

0
Succede a:

BADIA POLESINE (Rovigo) – Nel consiglio comunale che ha approvato il bilancio consuntivo, l’assessore ai Servizi Sociali, Valeria Targa ha parlato del preoccupante incremento della vulnerabilità delle famiglie, anche in periodo pre Covid-19.

Sono particolarmente quelle di ceto medio-basso che, a causa dell’irrisolta crisi economica e della difficoltà di trovare o ritrovare un lavoro, manifestano difficoltà crescenti anche nel reperimento di un alloggio. Gli uffici comunali hanno svolto un ruolo essenziale d’informazione e di aiuto nella presentazione ed istruzione delle domande agli enti sovraordinati per i contributi previsti dalla normativa.

In termini di contrasto al disagio, è stato fondamentale il sostegno economico di due aziende badiesi, Abafoods e Zhermack che, con un contributo rispettivamente di 5.000 e 4.000 euro hanno permesso al Comune d’intervenire per il pagamento di utenze domestiche; canoni di locazione, medicinali e visite specialistiche in favore dei più bisognosi.

Complessivamente dai Servizi Sociali sono stati erogati contributi per oltre 20.000 euro.

Secondo l’assessore, il Reddito di Inclusione Attiva (R.I.A.) realizzato con la predisposizione di progetti di reinserimento per persone alle quali è state garantito un contributo mensile a fronte di un impegno concordato, è stato più efficace del reddito di cittadinanza che nel 2019 è stato erogato a favore di circa 100 persone ma “ … per nessuna di queste e stato coinvolto il Comune per la realizzazione dei patti di inclusione sociale”.

In ogni caso, sono stati garantiti gli stessi livelli assistenziali degli anni precedenti, sia in termini di assistenza domiciliare (circa 1.000 ore erogate) che di servizio pasti (2.500 pasti) alla parte più debole della popolazione: anziani e disabili.

Sono state inoltre predisposte circa 170 pratiche per la riduzione delle tariffe di riscaldamento, energia elettrica ed acqua potabile. “Mi permetto di sottolineare, ha aggiunto la Targa, che il Comune di Badia è uno dei pochi che offre anche questo servizio di supporto alle famiglie”.

Proficuo è stato il rapporto con Acque Venete che ha permesso di sanare 17 situazioni morose grazie ad un fondo appositamente costituito dall’azienda. Oltre 60 sono state le pratiche inviate all’INPS per l’erogazione di un sussidio a favore delle famiglie numerose (€ 1.877,00 a nucleo) e per quelle allietate dalla nascita di un figlio (un contributo maternità di € 1.731,00).

Grazie alla convenzione con il Tribunale di Rovigo, sette giovani hanno potuto commutare le sanzioni penali per abuso di sostanze stupefacenti o per guida in stato di ebbrezza con ore di lavoro di pubblica utilità presso il Municipio e la Collezione Balzan.

Come sempre la voce di bilancio più consistente riguarda il contributo corrisposto dal Comune all' Azienda Ulss 5 Polesana per la gestione delle deleghe obbligatorie (relative ai temi della disabilita, della cura della tossicodipendenza, del disagio mentale e della tutela minori) che e stato pari a 285.620 euro.

Infine, la spesa per l'integrazione rette di ricovero in strutture per anziani è stata di complessivi 155mila euro.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Lunedì 13 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it