Condividi la notizia

SERVIZI TURISTICI

Il Deltapoolservice riparte dall'approvazione del bilancio consuntivo 2019 e il preventivo 2020

La riunione si è svolta ad Ariano nel Polesine (Rovigo) per parlare del futuro dell'associazione e capire come procedere nei prossimi mesi

0
Succede a:
ARIANO NEL POLESINE (Rovigo) - Ad Ariano nel Polesine, si è svolta la scorsa settimana, l’assemblea dei soci del consorzio Deltapoolservice per approvare il bilancio consuntivo del 2019 e il preventivo 2020.

Il presidente Fabio Biolcati ha relazionato ai presenti il rendiconto 2019 e le iniziative attivate nel corso dell'anno passato ed illustrato le azioni pensate per il futuro. Il consorzio ha avuto l'adesione di 3 nuovi soci che operano direttamente nel campo del turismo o che svolgono attività pertinenti alle imprese del settore. Queste nuove adesioni permetteranno ai soci di accedere a servizi inerenti finanziamenti per bandi per progetti e investimenti promossi dalla comunità europea o dalla regione.

Un'altra iniziativa portata avanti dal vicepresidente Sebastiano Bruschi riguarda la possibilità di organizzare i soci in gruppi d'acquisto di beni e servizi a prezzi vantaggiosi.

È in fase di totale rinnovo il portale web www.venetodeltapo.it, per renderlo più funzionale per la presentazione dei servizi offerti dai soci e per e-commerce di prodotti locali. Il consigliere Sandro Vidali ha illustrato le iniziative parteciaptive del consorzio che è presente in alcune consulte per il turismo attivate degli enti locali e contribuisce con la propria esperienza a determinare le scelte che saranno prese degli organismi pubblici.

Il consorzio partecipa inoltre all’ogd del parco del Delta del Po, e al consorzio il Po e il suo delta, con i quali si sta contribuendo ad elaborare la pianificazione per i progetti futuri di promozione del delta del po. Il bilancio 2019 vede una crescita delle entrate per servizi forniti per trasporto scolastico e turistico, per gestione delle strutture del Parco del delta del Po, per accompagnamento e per corsi ambientali svolti.

Il presidente ha ribadito la necessità ed auspicato che l'aggregazione delle imprese che lavorano nel campo del turismo, sia un obbiettivo di tutti gli operatori. Per il 2020 rimane forte l'incognita delle conseguenze del coronavirus che già han penalizzato pesantemente tutto il comparto e non è ancora prevedibile quando finirà di pesare sui bilanci delle aziende.

Questo deve essere motivo per impegnarsi di più nel migliorare l'offerta turistica e per sollecitare l'intervento del pubblico per agevolare la ripresa dell'economia di questo settore che ha molte potenzialità ancora da valorizzare.
 
Articolo di Lunedì 13 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it