Condividi la notizia

COMMENDA

Dopo la protesta dei residenti l'area sgambamento cani non sarà più al parco Cibotto

Marcia indietro dell'assessore di Rovigo Erika Alberghini che fa ulteriori valutazioni: "Amministrazione empre pronta al dialogo"

1
Succede a:

ROVIGO - L'area sgambamento cani non sarà al parco Cibotto. Le richieste dei cittadini residenti sono state accolte. Lo comunica l'assessore Erika Alberghini spiegando la questione anche a seguito delle lamentale di alcuni residenti della zona (LEGGI ARTICOLO).

"Prima di tutto – sottolinea Alberghini - per individuare l'area sgambamento cani il Comune non aveva fatto una valutazione solo sulla carta, ma aveva eseguito quattro sopralluoghi valutando varie zone della Commenda Est. Era stato scelto parco Cibotto perché in questo luogo si incontrano vari proprietari di cani. Sarebbe stato garantito lo sgambamento in sicurezza in uno dei parchi dove si presenta il problema dei cani non tenuti a guinzaglio fornendo, inoltre, un servizio a cui i cani hanno diritto”.

A gennaio l'assessore aveva organizzato un incontro con la cittadinanza della Commenda per discutere anche di questa questione ma afferma Alberghini: "I cittadini che ieri hanno protestato non erano presenti, nonostante fossero stati messi diversi avvisi nel quartiere e anche nel parco. Successivamente la stampa (LEGGI ARTICOLO) aveva pubblicato l'esito dell'incontro e le immagini che mostravano la collocazione dell'area. La zona del parco prescelta è quella meno frequentata ed è circondata da fasce di alberi che proteggono le case circostanti sia dalla vista, che da eventuali rumori prodotti dai cani”.

L'assessore Alberghini ha incontrato i cittadini protestanti accogliendo le loro osservazioni, anche se specifica che l'area era stata ridotta nelle dimensioni per essere meno impattante e questo aveva provocato a sua volta le proteste dei proprietari dei cani che la chiedevano più grande. Pertanto, a seguito di una valutazione anche di alcuni problemi tecnici evidenziati dagli uffici, l'area verrà spostata e, appena sarà individuata, ne verrà data comunicazione.

"L'amministrazione – conclude Alberghini - è comunque disponibile al dialogo con i cittadini per un confronto costruttivo, cercando di rispondere alle varie esigenze nell'ottica del bene di tutta la comunità”.

Articolo di Mercoledì 15 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it