Condividi la notizia

BENEFICENZA

L'esempio dell'azienda Franceschetti volano di solidarietà in provincia di Rovigo

Raccolti altri 2.000 euro per il progetto "Un libro una pietra" promosso da Rinaldo Boggiani per la realizzazione di una scuola in India

0
Succede a:
ROVIGO - E' con gioia e soddisfazione che l'azienda Franceschetti condivide la notizia che l'iniziativa della cena aziendale solidale (LEGGI ARTICOLO) è andata direttamente nel senso sperato. Altre persone si sono dimostrate sensibili ai progetti sociali avviati da Rinaldo Boggiani e sono stati raccolti ulteriori 2.000 euro a beneficio della ultimazione del progetto di costruzione di una scuola in India, dopo aver già attivato il servizio di doposcuola in ambienti più piccoli.

"Crediamo nel concetto di gruppo e la solidarietà è alla base della nostra azienda da oltre 60anni - afferma Marco Franceschetti - e le attività a sostegno del sociale le facciamo con la speranza che altre realtà possano contribuire a quanto cominciato negli anni.
Da fornitori di bar e ristoranti il concetto di "famiglia" è insito nel nostro Dna aziendale ed è per questo motivo che affianchiamo i nostri clienti con corsi di formazione gratuita nei diversi settori, dalla cucina, alla sicurezza, l'antincendio, il primo soccorso, l'Haccp".

Franceschetti nel tempo ha esteso il concetto di gruppo all'esterno della propria visione aziendale ed ha sposato progetti che a meritano di essere conosciuti, dai meravigliosi ragazzi seguiti dall'associazione Amici di Elena onlus, alle storie di successo in termine di riscatto sociale e personale come quelle portate alla luce da Rinaldo Boggiani, ex delegato alla cultura in Confindustria Venezia-Rovigo, responsabile del progetto internazionale "Un libro, una pietra" autore della storia di Vasandhi, così come del filone di storie al femminile che vede la campionessa nazionale Paralimpica Francesca Cipelli madrina delle iniziative.

In occasione della cena aziendale di Franceschetti, alla presenza di Vasandhi e di Francesca, sono stati raccolti per gli Amici di Elena, con la finalità di aprire la propria Osteria della Gioia a Villanova del Ghebbo, un ristorante gestito interamente da loro, grazie al consorzio Ursa Major, 5.000 euro.

"Un bellissimo risultato - afferma Marco Franceschetti - nel pieno rispetto del codice etico che recita: consapevoli del nostro benessere aiutiamo la comunità.
La solidarietà dimostrata dal territorio polesano non può che farci enorme piacere in quanto ciò che abbiamo avviato nel 2018, grazie a Rinaldo Boggiani ed alla nostra sensibilità verso il mondo della cucina attraverso la costruzione della Cooking Academy, sta cominciando a diventare volano per ulteriori sostenitori di progetti in cui crediamo fortemente e che abbiamo da subito sostenuto".
Articolo di Giovedì 16 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it