Condividi la notizia

COMUNE

900mila euro di avanzo senza vincoli da spendere

Una stagione di grandi lavori a Lendinara (Rovigo) dagli impianti sportivi alla viabilità, e ci sono ancora risorse per il sindaco Viaro, obiettivo primario l’area dell’ex Ospedale e il palazzo Comunale

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) – In attesa dell’approvazione del conto consuntivo la settimana prossima, ci sarebbero 900mila euro di avanzo senza vincoli che l’amministrazione Viaro sarebbe intenzionata a impiegare per gli impianti sportivi. Si tratta di parte dell’avanzo di amministrazione alimentato anche grazie ai 260mila euro di rimborsi dei mutui avuti da Acquevenete, con il quale si sistemeranno alcuni cantieri in esecuzione o programmati come la pista ciclabile dal ponte nuovo a quello dei Cappuccini, il listone, San Rocco ecc., dice il Sindaco: “C’è poi in ballo il discorso del palazzo comunale da sistemare e soprattutto quello del riordino e completamento di tutta l’impiantistica sportiva esistente tra le vie Perolari e Dalla Chiesa, seguita dal consigliere delegato Gino Zatta”. Quello degli impianti sportivi è probabilmente il più strategico per rispondere alle sollecitazioni provenienti dalle varie società sportive. 

Oltre alla tribuna del principale campo da calcio in fase di esecuzione (assegnata in questi giorni alla seconda società aggiudicataria), cui seguirà nel secondo stralcio il rifacimento degli spogliatoi, si passerà alla realizzazione di un anello asfaltato per il pattinaggio utilizzabile per la disciplina sportiva, ma anche come palestra per insegnare ai bambini ad andare in bici e si procederà alla stimazione della piattaforma polivalente accanto al palazzetto dello sport. Una piattaforma polivalente che ancorché piuttosto recente non ha mai realmente funzionato, a causa dei rigonfiamenti che si sono verificati nella pavimentazione. Per questi interventi la spesa complessiva stimata è di 160mila euro. Resta la sistemazione della torre civica, iniziata cinque anni fa e non ancora compiuta, con una cifra stimata dall'amministrazione in 60mila euro, per la quale al momento c'è un punto interrogativo per la possibilità di finanziare subito la sistemazione del parcheggio dell'ex ospedale. In base a un accordo tra l’Ulss e il Comune. L’area dovrebbe essere asfaltata e dotata di illuminazione per poter essere utilizzato a tutti gli effetti come parcheggio pubblico, in grado di offrire dagli 80 ai 100 posti auto in posizione molto comoda al centro. In questo caso con una spesa di 120mila euro di fondi comunali L’opera inizialmente finanziata col bilancio 2019, è stata rinviata e poi tolta dall'ultima stesura del Piano annuale delle opere. “C'è una matassa da sbrogliare, aggiunge Viaro, perché riguarda più soggetti: oltre al progetto del recupero dell'ex ospedale da parte dell'Ulss 5, c'è da definire la proprietà del limitrofo campo sportivo di servizio collocato dietro la tribuna, con l’interessamento di privati, per via della piccola area residenziale autorizzata nel piano urbanistico sul versante di via della Pace, per questo la vicenda è ancora in corso di definizione”. 

“Un’operazione complessa da realizzare a stralci” ha concluso il Sindaco che aggiunge: “Presto andremo a proporre al consiglio comunale, un progetto generale delle varie soluzioni per step realizzativi, dal momento che il Comune non ha tutti i soldi disponibili”.

Ugo Mariano Brasioli

 

Articolo di Giovedì 16 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it