Condividi la notizia

TRIBUNALE

Nuovi Serenissimi, sette condanne e otto assoluzioni per il Tanko

Un caso che non solo in Veneto aveva fatto discutere, in 15 a processo per il famoso Tanko, il Tribunale di Rovigo ne ha condannati sette

0
Succede a:

ROVIGO - Nel 2014 il ritrovamento a Casale di Scodosia del “carro armato fai da te” e gli arresti di tre polesani (LEGGI ARTICOLO) poi la scarcerazione (LEGGI ARTICOLO) e il proscioglimento quattro anni dopo (LEGGI ARTICOLO)

Ora il processo per 15 per la costruzione del Tanko. In Tribunale a Rovigo Si è chiuso con sette condanne e otto assoluzioni il processo di primo grado a 15 "venetisti" per la vecchia ruspa agricola sequestrata a Casale di Scodosia (Padova) nel 2014, ribattezzata "Tanko", riprendendo il termine coniato per il veicolo usato nell'"invasione" di piazza San Marco nel maggio 1997.

Era allestita come un'arma da guerra, secondo il pubblico ministero, Sabrina Duò; si trattava invece di una semplice arma, non da guerra, per il collegio del tribunale di Rovigo composto da Nicoletta Stefanutti, Raffaele Belvederi e Angelo Risi (presidente)

La ruspa in sé, solamente blindata, non è stata giudicata un'arma. Sono invece tali i due piccoli cannoni artigianali, sequestrati assieme al Tanko. Dei condannati, quattro sono stati ritenuti responsabili sia della fabbricazione sia della detenzione dell'allestimento artigianale: lo 'storico' componente dei 'Serenissimi' Flavio Contin, Tiziano Lanza e Luigi Massimo Faccia, che sono stati condannati a 4 anni e 6 mesi più 20.000 euro di multa ciascuno.

Tre anni e 6 mesi e 12mila euro di multa anche al polesano Marco Ferro, 53 anni, di Arquà Polesine. Condannato a 4 anni Michele Cattaneo, a 3 anni Alexandru Budu, a 2 anni e 8 mesi Stefano Ferrari. Otto gli assolti.

Articolo di Martedì 21 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it