Condividi la notizia

CALCIO

Caso stadio Gabrielli in alto mare, i Grandi Fiumi passano all’attacco

Guerra totale. Una lettera aperta a tutti i consiglieri comunali da parte della società Grandi Fiumi contro il Rovigo calcio, accuse pesanti inviate poco prima della Quarta commissione di martedì 21 luglio

0
Succede a:
Grandi Fiumi: Alberto Garbellini, Antonio Cittante e Alessandro Rossi

ROVIGO - Non è stato deciso nulla sullo stadio Gabrielli, sul tavolo della Quarta commissione consiliare allargata ai capogruppo di Palazzo Nodari (LEGGI ARTICOLO) anche una lettera.

Una missiva che accusa il Rovigo calcio, una guerra per l’utilizzo dello stadio Gabrielli che diventa a questo punto totale. Squadra in Prima categoria e con tutta la filiera del settore giovanile fuori dallo stadio (LEGGI ARTICOLO), i Grandi Fiumi, società che si occupa di settore giovanile, che ci vuole entrare. Dietro a questo duro attacco anche la non tanta velata ipotesi di un maxi accordo territoriale tra Duomo, San Bortolo, Grandi Fiumi e Grignano (LEGGI ARTICOLO). 

Un guerra totale perchè lo stadio Gabrielli è il punto di riferimento, ha capacità attrattive importanti, fa parte della storia del calcio italiano, gestirlo costa, ma garantisce l’afflusso di tanti giovani atleti.

Una guerra totale che però potrebbe finire prima di cominciare, perchè lo stadio Gabrielli a questo punto potrebbe rimanere chiuso, e la provocazione che abbiamo lanciato qualche settimana fa sembra essere stata accolta anche dal sindaco Gaffeo. Piuttosto di incartarsi ulteriormente meglio chiuderlo, fare i lavori, e andare a bando, a questo punto vinca il migliore. In alternativa ci sono tutte le possibilità che la questione finisca in Tribunale, l’ultima cosa che vuole l’Amministrazione.

La seconda alternativa, ed è la più logica, per non danneggiare ulteriormente il Rovigo calcio, è quella di concedere una deroga per un anno, fare nel frattempo i lavori, ed indire il bando. Questa scelta consentirebbe di preservare il titolo sportivo e il poderoso settore giovanile che si sta costruendo (LEGGI ARTICOLO). Il tempo stringe, le iscrizioni delle squadre ai campionati hanno una scadenza, non si può aspettare ancora per molto. Se fosse successa una cosa simile alla Rugby Rovigo staremo già parlando di prossime elezioni comunali, serve chiarezza, ma serve anche una decisione.

La lettera aperta ai consiglieri comunali inviata dalla società Grandi Fiumi
“Egregi Consiglieri, 
da alcune settimane le questioni legate al futuro dello stadio “F: Gabrielli” trovano spazio nella cronaca locale e sovente riportano comunicati o dichiarazione provenienti da persone a vario titolo legate alla società Rovigo SSDrl (ex Boara Pisani) tirando in ballo la società ASD Grandi Fiumi Rovigo Calcio (ex Rovigo Asd ). 

Grandi Fiumi Rovigo Calcio, anche se spesso provocata e vilipesa, ha ritenuto di non replicare mai, assumendo una linea di condotta assolutamente utile al fine di evitare che la questione assumesse dimensioni non consone alla realtà delle cose, sebbene a conoscenza di ogni singolo atto intervenuto in questi burrascosi ultimi 12 mesi, nessuno escluso. 

Anche in questi giorni che precedono il lavoro della Commissione la cronaca locale riporta esternazioni che mortificano la verità e, a questo punto, diventa doveroso specificare, a beneficio della memoria di tutti, quanto effettivamente verificatosi in quest’ultimo anno: 

1) In data 24/07/2019, l’Amministratore Unico di Rovigo SSDrl Formenton Maurizio sottoscrisse un accordo di condivisione degli spazi all’interno del Gabrielli con ASD Grandi Fiumi Rovigo Calcio, controfirmato dal Sindaco e depositato con protocollo n. 51260; 

2) In data 26/07/2019 con comunicazione avente protocollo n. 51989 il Comune di Rovigo invitava formalmente Rovigo SSDrl al rispetto degli accordi presi; 

3) In data 23/08/2019 il Comune di Rovigo emetteva provvedimento con protocollo n. 57415 di sospensione dell’assegnazione dell’impianto sportivo “F. Gabrielli”, invitando Rovigo SSDrl a cessare l’utilizzo della struttura e a riconsegnare le chiavi della medesima, a seguito di inadempienze riscontrate rispetto alle prescrizioni previste dall’autorizzazione provvisoria nella gestione dell’impianto; 

4) In data 13/09/2019 con atto avente protocollo n. 61729, veniva concesso l’utilizzo dell’impianto a Rovigo SSDrl esclusivamente per le sole partite del campionato di Prima Categoria e di eventuali altre manifestazioni ufficiali organizzate dalla LND. 

Dopo vari interventi sulla stampa di personaggi giunti da fuori città, che ad oggi non detengono però nemmeno 1 quota della società ex Boara Pisani , e che pertanto non hanno titolo alcuno di rappresentanza della stessa, sarebbe finalmente opportuno che il Legale Rappresentante della società spiegasse: 
perchè decise di non rispettare gli accordi presi con ASD Grandi Fiumi Rovigo Calcio ed il Sindaco di Rovigo, facendo addirittura cambiare le chiavi di serrature e lucchetti dei portoni di accesso (senza peraltro consegnarne mai copia al Comune di Rovigo) affinché i nostri bambini non potessero più entrare;  le motivazioni che indussero il Comune di Rovigo a sospendere l’affidamento provvisorio;  perché non ottemperò a quanto disposto in ordine alla riconsegna delle chiavi; perché non rispettò severamente il nulla osta del 13 /09/2019 che consentiva la presenza di Rovigo SSDrl allo Stadio Gabrielli per le sole partite della Prima Squadra, consentendo invece sempre e comunque lo svolgimento anche delle partite del settore giovanile e gli allenamenti di tutte le squadre, anche in notturna, nonostante non fosse assolutamente autorizzato dall’Amministrazione Comunale. 

Molte altre sarebbero le domande da rivolgere all’amministratore unico Signor Formenton Maurizio sulla osservanza dei 17 punti della autorizzazione provvisoria rilasciata a Rovigo Ssd in data 08/02/2019 , ma vi invitiamo ad accedere agli Atti dai quali si scopriranno le motivazioni per cui il Dirigente del settore Servizi Sportivi ha sospeso la stessa dall’uso del Gabrielli. E, nonostante ciò, l’Amministratore Unico, ha continuato a far uso dell’ impianto come se nulla accaduto! 

ASD Grandi Fiumi Rovigo Calcio si è sempre dimostrata rispettosa delle Istituzioni, delle regole e di chiunque faccia con passione attività in ambito sportivo e giovanile rapportandosi con tutti con la massima disponibilità e correttezza. In questi giorni si sta adoperando gratuitamente alla manutenzione dei campi, in nome e per conto del Comune di Rovigo, come peraltro già fece nell’estate del 2017, quando la società Delta Rovigo decise di tornare a Porto Tolle.. 

Confidiamo pertanto che la Commissione Consigliare convocata voglia approfondire la questione, non limitandosi ad esaminare freddamente le domande presentate dalle società interessate, ma verificando i percorsi passati e prevedendo magari anche una visita all'impianto, per verificare tra l’altro la presenza di un abuso edilizio realizzato dalla società che aveva in gestione temporanea l’impianto, già peraltro rilevato dalla polizia Municipale, nonché la presenza da mesi di un veicolo parcheggiato sotto le tribune, nemmeno di proprietà della società, e comunque privo ad oggi di copertura assicurativa ma, soprattutto, per meglio comprendere l'urgenza di un intervento di messa in sicurezza e di adeguamento della struttura, che da tanti anni lo attende, per poi finalmente metterlo a bando, come si conviene ad un impianto a valenza economica, patrimonio della città intera e non di poche persone che ne hanno fatto un proprio feudo inespugnabile. 

Si fa presente altresì presente che i numeri della Figc riguardo ai tesserati della scorsa stagione, da prendere a riferimento sono solo quelli riferiti al settore giovanile (Rovigo ssd n.83 – Grandi Fiumi Rovigo Calcio n. 42) mentre i 99 tesserati del settore seniores sono assolutamente un numero non consono per una società di 1^ categoria, per i quali sarebbe opportuno richiedere la copia delle eventuali 99 visite mediche di idoneità sportiva. Ed in ogni caso, ad oggi, i tesseramenti sono a zero per tutti, essendosi conclusa la stagione sportiva 2019/2020 ed in programmazione quella futura, che anche per noi dipende tanto dalla assegnazione di quanto richiesto. (facile avere 83 iscritti con l’assegnazione dello Stadio Gabrielli, peraltro con una perdita secca di 100 unità rispetto ai numeri da noi raggiunti l’anno precedente gestendo il settore giovanile, mentre noi senza campi assegnati dal Comune abbiamo comunque raccolto oltre 40 iscrizioni) 

Egregi Consiglieri, ora che, comunque sia la assegnazione è scaduta, bisognerebbe davvero pensare a cosa si vuole fare; e le opzioni sono solamente due: 

1 -Continuare come nel recente passato con personaggi vari, più o meno chiari, più o meno competenti, più o meno facoltosi, più o meno di Rovigo; 

2- Far nascere a Rovigo qualcosa di nuovo, che metta al centro la città, il suo sport, i suoi giovani. 

Noi ovviamente siamo per la seconda ipotesi, per far comprendere a tutti, Amministrazione compresa, che se vogliamo qualcosa di nuovo, di serio, aperto alle varie realtà del territorio, destinato a durare e a crescere nel tempo, dobbiamo necessariamente partire dal basso, dai nostri ragazzi, della nostra città, cercando di trasmettere loro un forte senso di appartenenza alla propria terra; chi è di Rovigo, chi a Rovigo ci vive, ci abita, ci lavora sa che ci sono persone che hanno già dimostrato di saper proporre un calcio sano, costruito per i giovani, con numeri e risultati concreti sia a livello giovanile che con le prime squadre anche in 1 e 2 Categoria che tutti conoscono. 

Ci chiediamo e vi chiediamo infine se sia possibile che una società, inadempiente, possa vedersi riconfermata l’autorizzazione ad utilizzare lo stadio della cittaà. 

Serve un atto di coraggio, a voi la scelta se farlo e cambiare per sempre le modalità che fino ad oggi hanno dato i risultati sotto gli occhi di tutti”. 
Decisione della Giunta del sindaco Gaffeo che comunque produrrà degli effetti e delle ulteriori polemiche, intanto il Rovigo calcio resta fuori dallo stadio, e stando la situazione difficilmente qualcuno potrà entrarci in tempi brevi.

 

Articolo di Mercoledì 22 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it