Condividi la notizia

SAN BELLINO

250.000 euro da Amazon per migliorare la viabilità del nuovo polo logistico

Dovevano pagare la provincia di Rovigo e il comune di San Bellino, invece sarà la società P3 che sta erigendo il capannone di Amazon a realizzare la rotonda che porta al magazzino

1
Succede a:
Jean-Luc Saporito e il sindaco Aldo D'Achille

SAN BELLINO (Rovigo) - A San Bellino si realizzerà un’importante opera per il miglioramento della viabilità stradale atta a ridurre l'impatto ambientale dei camion sul territorio. Un’opera del valore di circa 250.000 euro, spesa che doveva essere in carico alla provincia di Rovigo e al Comune di San Bellino. Grazie ad un grande lavoro di dialogo e dimostrazione dei mutui vantaggi sulla viabilità è avvenuto un cambio di scena che ha portato ad un importante risultato. Questa grande rotonda si farà ma verrà realizzata e finanziata dalla società P3 che sta erigendo il capannone che ospiterà il colosso dell'e-commerce Amazon. 

Andiamo con ordine nel descrivere i fatti: il Comune di San Bellino evidenzia una criticità in un incrocio in vista della presenza di numerosi tir che transiteranno con l'apertura di Amazon. Questo incrocio collega la strada provinciale, la traspolesana, l'ingresso principale verso il centro abitato di San Bellino e la zona industriale oggetto di costruzione del grande magazzino. Il sindaco scrive a più riprese, fin dal 2019, a più interlocutori e li incontra spiegando che a bilancio previsionale 2020, per tutelare l'incolumità degli automobilisti che faranno quella strada, dovrà impegnare 250.000 euro, in accordo con la Provincia, per realizzare una rotonda atta a snellire il traffico e prevenire incidenti in quell'incrocio. Chiaramente il sindaco chiede che sia Amazon, o chi per esso, a sostenere la spesa. Seguono incontri a più riprese e contatti fino al marzo scorso quando viene lanciata un'importante sfida all'amministrazione D’Achille. Si evince dal verbale di quella riunione del 21 maggio che, se l'amministrazione comunale riuscirà in due mesi a procedere con gli espropri o acquistare le aree private in cui andrebbe realizzato il manufatto, i permessi degli enti interessati tra cui Anas e l’impegno da parte di Enelgas e Acque Venete per lo spostamento delle tubature, P3 si impegnerà a realizzare a sue spese l'intero manufatto. La sfida viene accolta e in questi due mesi si è lavorato senza tregua per ottenere questo risultato. In particolare il responsabile dell'area tecnica Gian Paolo Campion, ha provveduto a tutti i contratti e alle stipule necessarie per rispettare i tempi per l'accordo, mentre altri professionisti incaricati dal comune hanno realizzato il progetto preliminare, definitivo ed esecutivo della rotatoria stradale, con le relative approvazioni da parte della Giunta comunale.

Il comune di San Bellino ce l’ha fatta nei tempi concordati. Oggi, giovedì 23 luglio, presso la sala consigliare del Comune, con il Managing Director di P3 Jean-Luc Saporito, è stata sottoscritta l’importante convenzione con il Comune di San Bellino per la realizzazione della rotonda con costi totalmente a loro carico. A questo punto il sindaco D’Achille è intervenuto e in un dialogo ricco di battute ha fatto una forte richiesta: “Voi avete chiesto in due mesi al comune di San Bellino una “mission impossible” che però abbiamo superato e oggi rilancio a voi la sfida e vi chiedo di completare l'opera, entro due mesi, entro il 20 settembre, data in cui sarò candidato alle elezioni regionali”. 

La sfida è stata accettata!  In questo comune virtuoso polesano con il dialogo e le buone relazioni, i fatti vanno ben oltre le parole. 

Articolo di Giovedì 23 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it