Condividi la notizia

PESCA DELTA DEL PO

Diritti esclusivi di pesca, ritorna l'incubo dopo la decisione del Tar

Il Tribunale amministrativo regionale del Veneto respinge il ricorso del Consorzio delle cooperative di pescatori del Polesine contro la Provincia di Rovigo sul rinnovo dei permessi, adombrando illeggitimità sulla assegnazione della concessione

0
Succede a:
ROVIGO - Il Tribunale amministrativo regionale del Veneto rigetta il ricorso del Consorzio cooperative pescatori del Polesine contro la Provincia di Rovigo per il mancato rinnovo dei permessi di pesca.

Un fulmine a ciel sereno sulla vicenda dei diritti esclusivi di pesca perché il Tar affermerebbe che l'iter con il quale il Consorzio sarebbe in possesso della concessione per 15 anni non è corretto riaprendo di fatto l'incubo del Consorzio del pescatori di non avere titolo per pescare nelle aree oggetto dell'esclusività di pesca, e che la Provincia debba mettere a gara i diritti esclusivi.

Rimane il dubbio se i pescatori potranno ancora andare a pescare sulle aree assegnate al Consorzio in maniera esclusiva per i prossimi 15 anni.
Articolo di Giovedì 23 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it