Condividi la notizia

PIANO INTERVENTI TAGLIO DI PO

Marangoni: Un piano interventi che prosegue un percorso lungo dieci anni

L'assessore all'urbanistica di Taglio di Po (Rovigo) spiega il piano interventi che è stato approvato nell'ultimo consiglio comunale di venerdì 17 luglio scorso

0
Succede a:
TAGLIO DI PO (Rovigo) - “Il Piano degli Interventi di Taglio di Po sarà un piano resiliente - ha affermato l’assessore all’urbanistica Davide Marangoni durante la seduta
dell'ultimo consiglio comunale del 17 luglio e ha proseguito precisando - che il nuovo piano regolatore comunale, oltre a tener conto delle condizioni climatiche, è stato pensato per essere capace di adattarsi alle condizioni della società contemporanea”.

“Il Covid-19, che si è abbattuto violentemente sulla nostra quotidianità, ci ha fatto riflettere ulteriormente sulla pianificazione del nostro territorio e ci ha fatto capire che i futuri strumenti urbanistici dovranno essere più snelli e quindi più adattabili a repentini cambiamenti e il nostro piano segue quella direzione”.

L’assessore Davide Marangoni, dopo aver illustrato i punti che hanno preceduto l’adozione del piano (accordi pubblico privati e Regolamento Edilizio Tipo) si è addentrato nello specifico del nuovo strumento specificando che il piano interventi ha dato uno sguardo alle tematiche agricole e ambientali rilevando e schedando ben 19 allevamenti intensivi sparsi sul nostro territorio; ha voluto mettere in risalto la città pubblica e allo stesso tempo indicare una rete dove poter sviluppare la mobilità lenta ed infine ha fatto pulizia di tutta una serie
di limitazione legate a previsioni mai realizzate e ad oggi non più attuali.

“Si è lavorato più sul ‘togliere’ che sull’aggiungere’ perché abbiamo cercato di rendere le azioni di pianificazione il più concrete possibili - ha continuato l’assessore all’urbanistica -vogliamo che il piano, da adesso in poi, sia aperto e disponibile a chi ha il desiderio di investire, con qualità, sul nostro comune”.

Il piano degli interventi adottato all’unanimità nella seduta del consiglio comunale del 17 luglio scorso è stato pubblicato il 23 luglio ed è consultabile sul sito istituzionale del comune o presso l’ufficio tecnico per 30 giorni e nei successivi 30 sarà possibile presentare osservazioni o suggerimenti. “Con questa adozione andiamo a concludere un percorso iniziato 10 anni fa” prosegue l’assessore e conclude affermando che “si sta già pensando, concluso tutto l’iter di approvazione, a creare diverse azioni puntuali per riqualificar e e migliorare alcuni ambi urbani del capoluogo”.
Articolo di Domenica 26 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it