Condividi la notizia

COMUNE

In attesa dell’anticiclone africano il clima politico si surriscalda

Maggioranza di Lendinara (Rovigo) con vistose crepe, l’assessore Francesca Zeggio se la prende con Alessandro Ferlin e Valentina Travaglini Boldrin della minoranza perché hanno abbandonato l’aula

0
Succede a:
Francesca Zeggio

LENDINARA (Rovigo) - In attesa dell’anticiclone africano il clima politico a Lendinara si surriscalda, questo almeno emerge dal comunicato emesso a firma dell’assessore Francesca Zeggio che richiama l’attenzione sul fatto che: “In Consiglio Comunale si va per svolgere il proprio compito, sia come maggioranza sia come opposizione, soprattutto quando si trattano di argomenti fondamentali per l’indirizzo politico e amministrativo della città”. “Sarebbe invece proprio quello il momento politico del confronto”, sostiene l’assessore che esprime apprezzamento per quella parte di minoranza che è rimasta.

Chiaramente la Zeggio fa riferimento a quanto accaduto nel consiglio comunale di giovedì scorso (LEGGI ARTICOLO),  quando Alessandro Ferlin e Valentina Travaglini Boldrin (per altro arrivata dopo l’appello iniziale e dopo i primi argomenti all’ordine del giorno) hanno abbandonato l’aula.

Alternativa civica invece pur nella legittima diversità delle opinioni con la maggioranza,  è rimasta per partecipare alla discussione del bilancio consuntivo. “È naturale che non si sia d’accordo e che si abbiano idee diverse, continua la Zeggio, ma è importante collaborare in termini di confronto tra maggioranza e minoranza, che non vuol dire adeguarsi supinamente alla maggioranza”. L’assessore, senza giri di parole, non nasconde che “Anche nella maggioranza il dibattito è aperto e le differenze possono emergere, ma si rimane uniti e le proposte come quella fatta dall'assessore al bilancio sui contributi al commercio ad esempio, vedono già parte del lavoro fatto insieme e discusso a più riprese”. Quest’ultima affermazione darà quasi certamente il destro al gruppo di Valori in comune per riprendere il rilievo già espresso di una maggioranza formalmente unita ma nei fatti con parecchie crepe.

In ogni caso le parole della Zeggio non è tenero e si conclude affermando che: “La buona politica parte del rispetto della persona e la satira spesso copre lacune”. Forse Chi è uscito con una sconfitta netta alle ultime elezioni forse deve ancora digerirla, sostiene l’Assessore che aggiunge: “Certo è che con queste premesse si fa fatica a trovare un dialogo costruttivo con Chi (leggi Ferlin n.d.r.), dopo aver ricoperto cariche importanti nella città, si riduce ad attività di puro sarcasmo mediatico e privo di presenze ai tavoli di lavoro”.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Domenica 26 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it