Condividi la notizia

ECONOMIA

Risorse per le imprese per rilanciare l’occupazione

Andrea Bimbatti, coordinatore provinciale di Forza Italia Rovigo, chiede che parte delle risorse disponibili al governo, e quelle che arriveranno dall’Europa, vadano indirizzate all’impresa per non condannare il territorio polesano già di per se fragile

0
Succede a:

ROVIGO - “Il grido d’allarme proveniente dalle associazioni di categoria non può lasciare indifferente la politica, che pur non avendo ruoli di governo come nel caso di FI può dare un contributo importante al dibattito per cercare di portare il paese e il nostro territorio fuori da una situazione economica che potrebbe diventare drammatica nei mesi dopo l’estate. Mai come nei prossimi mesi sarà fondamentale far viaggiare politica, associazioni, parti sociali su uno stesso binario per trovare soluzioni condivise ma realmente incisive”.

Sono le parole di Andrea Bimbatti, coordinatore di Forza Italia Rovigo. L’emergenza Covid-19 ha messo in crisi numerose aziende, serve un robusto intervento per rilanciare l’economia.

“Lo si è detto da subito che l’unica soluzione per sostenere imprese e famiglie era immettere denaro reale sui conti correnti, attraverso risorse vere e non piccole elemosine o addirittura pseudo finanziamenti da restituire, che possono aver aiutato per un breve periodo famiglie e imprese più piccole, ma che ora sono di nuovo in difficoltà. La media e piccola impresa, presente in numero importante nel territorio polesano, se non verrà sostenuta concretamente dal governo rischierà di condannare un territorio già di per se fragile, ma con grandi potenzialità”.

Ecco perché è giusto che buona parte delle risorse disponibili al governo, e quelle che arriveranno dall’Europa, vadano indirizzate all’impresa, agli investimenti per le imprese, che trasformeranno quel denaro in un moltiplicatore di posti di lavoro diretti ed indiretti. Solo generando lavoro possiamo pensare di rimettere in moto un Paese dopo una crisi così devastante. Nella fragilità del nostro polesine anche le banche rivestono un ruolo importante, soprattutto quelle locali, in grado di conoscere il territorio e gli imprenditori, ma dovranno fare un grande sforzo per sostenerli ed evitare la chiusura di molte attività. Forza Italia da mesi lavora su proposte concrete in favore delle imprese e delle famiglie, in parlamento ha chiesto tra le altre cose  un “semestre bianco” fiscale con rinvio delle scadenze a fine anno e l’azzeramento delle sanzioni per chi non ha potuto pagare la rata di luglio, la proroga della cassa integrazione; sostegno a fondo perduto per turismo, Made in Italy, agricoltura e commercio. Il ruolo del Parlamento sarà centrale per convincere un governo lento e macchinoso, con poche idee e confuse, a prendere i provvedimenti necessari al rilancio del Paese. Ci auguriamo anche non sia la proroga dello stato di emergenza, alla quale Forza Italia si oppone, ad oggi non ci sono fondate ragioni per farlo e proseguire per questa strada significherebbe pregiudicare i consumi interni e continuare a trasmettere all’estero l’immagine di un Paese “in emergenza”.

Articolo di Domenica 26 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it