Condividi la notizia

RIFIUTI SPECIALI

Polaris riprende l’attività di raccolta dei rifiuti agricoli in provincia di Rovigo

Il presidente Michele Grossato comunica la ripresa delle attività di raccolta in provincia di Rovigo dei rifiuti speciali provenienti dalle aziende agricole di Coldiretti, Cia e Confagricoltura convenzionate

0
Succede a:
CEREGNANO (Rovigo) - A partire da lunedì 13 luglio 2020, Polaris, società interamente di Ecoambiente, con esperienza ventennale nell’ambito della raccolta e smaltimento dei rifiuti speciali, ha deciso, in totale collaborazione e sinergia con le associazioni di categoria del mondo agricolo, Coldiretti, Cia e Confagricoltura, di riprendere le attività ordinarie inerenti la raccolta dei rifiuti agricoli, temporaneamente sospese nei mesi scorsi a causa della proliferazione del virus Covid-19.

Le raccolta avverranno presso il centro di stoccaggio di proprietà dell’azienda, in comune di Ceregnano, il secondo, terzo e quarto lunedì del mese, e mediante raccolte esterne, presso i centri autorizzati della Provincia di Rovigo, siti nei comuni di  Bergantino, Ficarolo, Badia Polesine, Fratta Polesine, Lusia, Adria, Ariano Polesine, Porto Tolle e Rosolina. Le raccolte esterne si svolgeranno nel rispetto della programmazione elaborata dall’azienda, secondo un calendario preventivamente trasmesso alle associazioni di categoria ed alle imprese agricole che nel corso dell’anno 2019 hanno deciso di convenzionarsi con Polaris.

La volontà – afferma il Presidente di Polaris, Michele Grossato - è quella di continuare agevolare le aziende della provincia di Rovigo operanti nel settore primario, alle quali viene consentito di conferire i rifiuti derivanti dall’esercizio della loro attività a costi calmierati e con la certezza di aver correttamente provveduto all’assolvimento degli obblighi di Legge”.
Il giorno 23 luglio 2020 si è svolta, presso il Comune di Bergantino la prima raccolta esterna dell’anno 2020, in un’area adiacente al centro di raccolta comunale, dotata di pesa a ponte, concessa dall’amministrazione guidata dal sindaco Lara Chiccoli. La raccolta itinerante, che si è svolta dalla ore 8 alle ore 16, è stata effettuata da personale di Polaris mediante specifiche procedure finalizzate a massimizzare la tutela della salute sia degli operatori dell’Azienda che degli utenti che hanno conferito i rifiuti di loro produzione.

“La risposta delle aziende agricole altopolesane è stata molto positiva – dichiara il direttore Eugenio Boschini – sono state ben 132 le aziende che hanno conferito i loro rifiuti, per un totale di 7.917  kg, di cui 1.071 kg di rifiuti pericolosi e 6.846 kg di rifiuti non pericolosi. Come da prassi ormai consolidata, i rifiuti conferiti in maggiore quantità sono stati i contenitori vuoti di fitofarmaci (CER 150102) e gli imballaggi in materiali misti (CER 150106). Desidero ringraziare il sindaco Lara Chiccoli per la disponibilità dimostrata; anche nel 2020, nonostante l’emergenza Covid-19, Polaris continuerà la propria attività a favore delle aziende polesane del settore primario, in quanto il corretto smaltimento e recupero dei rifiuti agricoli risulta di fondamentale importanza ai fini della preservazione dell’ambiente”.
Articolo di Lunedì 27 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it