Condividi la notizia

POLITICA

Per la minoranza il Sindaco evita il confronto 

Ancora polemica contro il primo cittadino di Trecenta (Rovigo), Gilberto Bianchini lo accusa di non voler affrontare in consiglio il dialogo su commercio, Ospedale San Luca e scuola

0
Succede a:

TRECENTA (Rovigo) – Il botta e risposta politico a Trecenta sembra non finire e alle prese di posizione del sindaco Laruccia, Bianchini replica affermando che “Il sindaco ha un atteggiamento che penalizza la comunità come dimostra il caso del commercio fisso che sta vivendo una lenta fine”. Il capogruppo di minoranza Gilberto Bianchini afferma di non parlare per sé ma per “Insieme per Trecenta” e lo fa perché «Da noi non c'è un uomo solo al comando, come avviene in maggioranza», dice il gruppo civico sostenuto anche dal Partito democratico locale.

La verità è che Laruccia non accetta critiche ed evita il confronto. È volutamente sfuggente nel replicare alle varie critiche mosse, secondo Bianchini, come sarebbe successo nella recente presa di posizione.

Tra i tanti terreni irrisolti di scontro con la maggioranza, oltre alla già citata questione del commercio locale, ci sono quelli legati alla gestione e ai servizi dell'ospedale San Luca, le prospettive di recupero di Casa Rossi (al tempo del compianto prof. Ugo Grisetti sede di un apprezzatissimo nosocomio) e non meno duro lo scontro sull'accorpamento dell'Istituto comprensivo locale in quello di Badia Polesine.

Il problema, secondi Bianchini non è la presunta preconcetta polemica lamentata dal Sindaco, ma è che il non voler confrontarsi sulle proposte avanzate in Consiglio comunale e nei documenti pubblici da “Insieme per Trecenta” a rimetterci nel concreto sono i cittadini. La progressiva perdita di vitalità del  centro storico è sotto gli occhi di tutti.

“La presunzione del sindaco Laruccia di volere essere sempre il primo della classe e di non accettare critiche lo porta a definire la nostra azione politico-amministrativa sprovveduta o mistificatrice” ma il gruppo ribadisce la volontà di continuare a porre i problemi ponendoli all'attenzione pubblica con spirito critico ma propositivo. 

“Se Laruccia e la sua maggioranza non accettano di essere criticati possono farsene una ragione o dimettersi”, conclude il comunicato della minoranza.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Lunedì 27 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it