Condividi la notizia

COMUNE

Il regolamento dell’albo delle associazioni è stato votato in consiglio

Per ricevere i contributi dall’Amministrazione comunale di Occhiobello (Rovigo) le associazioni devono avere dei requisiti ben precisi

0
Succede a:

OCCHIOBELLO (Rovigo) - Passa in consiglio comunale con nove voti favorevoli e cinque contrari il regolamento dell’albo delle associazioni. Il testo stabilisce i criteri per il riconoscimento delle associazioni e degli organismi di partecipazione di interesse comunale e le modalità di iscrizione all’albo istituito all’articolo 40 dello statuto comunale.

Le associazioni, suddivise per ambiti (cultura e tradizioni, sport, tempo libero e ricreativo, sociale e socio sanitario, sicurezza, ambiente), devono avere determinati requisiti per potersi iscrivere all’albo (articolo 2), condizione necessaria per ricevere contributi e sovvenzioni.

Il regolamento stabilisce che le domande di contributo o sovvenzioni saranno proposte alla giunta da parte di organi tecnici competenti e la valutazione sarà fatta in base a criteri e relativi punteggi. I contributi possono essere erogati solo a fronte di spese relative allo svolgimento dell'iniziativa, dell’attività o della manifestazione oggetto della richiesta. E' comunque facoltà dell’amministrazione non ammettere a contributo le spese non giustificabili in relazione alla realizzazione dell'iniziativa, manifestazione o attività oggetto della domanda.

Criteri di valutazione e punteggi. Capacità di coinvolgimento della popolazione valutando anche l’esito di analoghe iniziative dell’associazione negli anni precedenti (massimo10 punti); rilevanza sociale dell’attività o dell’iniziativa proposta, continuità negli anni dell’iniziativa e consolidamento nel tessuto sociale (massimo 20 punti); qualità progettuale e/o del carattere di originalità e d'innovatività del progetto presentato (massimo 20 punti); capacità organizzativa del soggetto (esperienza del soggetto e/o ampiezza della base associativa) e capacità di trovare finanziamenti (massimo 20 punti); livello qualitativo del soggetto, cioè riconoscimento raggiunto dal soggetto nella categoria di riferimento (massimo 10 punti); iniziativa promossa da più soggetti (massimo 20 punti).

Determinazione dei contributi. Per iniziative che hanno ottenuto fino a 40 punti, concesso fino ad un massimo del 35% del contributo richiesto; da 41 a 70 punti, fino ad un massimo del 50% del contributo richiesto; da 71 a 100 punti, fino ad un massimo del 100% del contributo richiesto. I contributi sono vincolati alla realizzazione dei programmi di attività o progetti per cui sono stati assegnati, non possono essere utilizzati per altre finalità e sono a parziale/totale copertura dei costi preventivati. L'ammontare e le condizioni di conferimento delle forme di sostegno sono, inoltre, stabilite in riferimento all’ammontare complessivo delle somme stanziate a bilancio, al sostegno di altri enti pubblici o privati, al contributo richiesto rispetto al costo complessivo.

Articolo di Giovedì 30 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it