Condividi la notizia

SCUOLA

Un ottimo risultato per la scuola Dante Alighieri di San Martino di Venezze

Terzo posto nel concorso regionale “Foibe ed esodo giuliano-dalmata: storia e memoria del 10 febbraio per questa scuola primaria di secondo grado (Rovigo)

0
Succede a:
SAN MARTINO DI VENEZZE (Rovigo) - "La scuola secondaria di primo grado “Dante Alighieri” di San Martino di Venezze si è classificata al terzo posto nel concorso regionale “Foibe ed esodo giuliano-dalmata: storia e memoria del 10 febbraio”. Così Elisabetta Tobaldo vicereferente della scuola secondaria “D. Alighieri”.

"Nella stessa settimana in cui a Trieste il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, e il suo omologo sloveno, Borut Pahor, mano nella mano hanno reso omaggio alle vittime della foiba di Basovizza e agli antifascisti sloveni fucilati nel 1930, è arrivata alla scuola media di San Martino la notizia della conquista del terzo posto ex aequo, categoria scuole secondarie di primo grado, nel concorso regionale dedicato proprio all'approfondimento degli eventi collegati alla ricorrenza del 10 febbraio".

"La scuola vi ha partecipato con il video intitolato “Il fiume del ricordo. La voce dei testimoni”. E' stato ricavato dalle riprese dell'omonima iniziativa organizzata l'8 febbraio scorso con l'obiettivo di rendere memorabile per i propri alunni l'appuntamento con le giornate della Memoria e del Ricordo. Al concorso è stata proposta la lettura drammatizzata “Ritorno dall'Inferno” fatta dagli alunni di III A della vicenda di Graziano Udovisi, infoibato miracolosamente sopravvissuto, corredata da una presentazione degli alunni di classe I B sulle motivazioni dietro alle foibe e all'esodo dei giuliano-dalmati, che sono state esaminate partendo dalla canzone “1947” di Sergio Endrigo".

Proseguendo: "Il lavoro con gli alunni puntava soprattutto a privilegiare il loro coinvolgimento emotivo. I testi sono stati curati dagli insegnanti di lettere Elisabetta Tobaldo e Paolo Rossini e dall'insegnante di musica Aurora Chiarelli, la quale si è anche occupata della realizzazione del video per il concorso e della scelta dei brani musicali della manifestazione, interpretati con gli alunni di varie classi o da solista con il violino".

Concludendo: "Il premio assegnato è di 1.000 euro, a cui potrebbe aggiungersi un contributo a sostegno delle spese per un'eventuale visita d'istruzione alla foiba di Basovizza e al Museo civico della civiltà istriana, fiumana e dalmata".

"Un bel riconoscimento per l'impegno di alunni e insegnanti su un tema difficile, spesso poco trattato a scuola, anche per le implicazioni politiche che finora ne hanno ostacolato una lettura serena. Il gesto storico di Mattarella e Pahor, compiuto nel nome dell'Europa unita, forse la renderà finalmente possibile".

 

Articolo di Venerdì 31 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it