Condividi la notizia

EVENTI ALTOPOLESINE

Il Coronavirus non ferma la Festa provinciale dell'Unità di Stienta

Presentata nella segreteria del Partito democratico di Rovigo l'appuntamento dal 6 al 17 agosto in località Zampine. Politica, intrattenimento e gastronomia in vista delle elezioni regionali del Veneto

0
Succede a:
ROVIGO - Festa Sì, ma in sicurezza. Grazie ad un centinaio di volontari la storia della Festa de l'Unità prosegue, in totale sicurezza, a Stienta.

In località Zampine dal 6 al 17 agosto, con mascherine, controllo della temperatura e gel lavamani, si terranno incontri politici, serate musicali, balli, giochi come la tombola e le bocce, oltre all'immancabile gastronomia. Con soddisfazione dalla sede del Partito democratico della provincia di Rovigo è stata annunciata la manifestazione che impegnerà tutto il partito in vista delle prossime elezioni regionali del Veneto.


"La politica sul territorio deve essere fatta e la Festa dell'Unità è un luogo adatto per poter dialogare, ragionare di politica, finalmente in presenza, dopo le prescrizioni imposte durante la pandemia" il messaggio che esce dalla direzione del Pd con il segretario Giuseppe Traniello Gradassi.

"La Festa può diventare la miccia per accendere la base, attraverso l'impegno dei circoli della provincia di Rovigo si cercherà di dialogare con tutti gli iscritti ed i simpatizzanti del Pd" si augurano gli organizzatori.

Alle serate politiche il candidato presidente della Regione Veneto Arturo Lorenzoni parteciperà martedì 11 agosto, tra i tanti deputati e senatori che hanno confermato la partecipazione anche Antonio Misiani, vice ministro dell'Economia e delle Finanze.

Si parlerà di immigrazione con Hillari Sedu, avvocato di Napoli, una serata dedicata all'associazione Libera di Don Ciotti, una serata dedicata ai sindaci giovedì 13 con Edoardo Gaffeo da Rovigo, Francesco Siviero da Taglio di Po, Nicola Garbellini da Canaro, una serata dedicata ai sindacati sul tema del lavoro, una serata con il consigliere regionale lombardo Pietro Bussolati sulla sanità.

"La Festa dell'Unita di Stienta sarà l'unica della provincia di Rovigo - afferma il segretario Traniello Gradassi - ed il merito è sicuramente della caparbietà e dell'impegno dimostrato dal circolo di Stienta a cui tutto il partito è riconoscente. In questo senso tutti i circoli della provincia metteranno a disposizione dei volontari perchè la macchina organizzativa, per garantire sicurezza a tutti i partecipanti, è davvero imponente.

Non è solo una festa di partito - sottolinea Gradassi - è un segnale della voglia di ritornare finalmente insieme, in una sorta di normalità, è una voglia di ritornare a condividere idee, un segnale importante perchè nessuno deve sentirsi solo, ma con la consapevolezza che non c'è la libertà di fare ammalare gli altri, e quindi tutto avverrà nella massima sicurezza".

 
Articolo di Sabato 1 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it