Condividi la notizia

#elezioniVENETO2020

In difesa della volontà referendaria autonomista, Simonetta Rubinato si candida alla presidenza del Veneto

L'appello per la raccolta firme per presentare la lista: “Per dare voce al Veneto abbiamo bisogno del sostegno dei cittadini liberi”. Dal Polesine Tiziana Virgili referente provinciale del Comitato

0
Succede a:
ROVIGO - Nasce anche in Polesine, con Tiziana Virgili referente provinciale, il comitato “Con Simonetta Rubinato” che ha l’obiettivo di dare avvio ad un nuovo progetto politico regionale dalle forti radici popolari, autonomiste e federaliste. Ispirato dalla visione politica di Simonetta Rubinato, che nel suo impegno concreto di sindaco e parlamentare si è sempre battuta per l’Autogoverno del territorio veneto, le prossime elezioni regionali del 20 e 21 settembre​ne saranno il primo banco di prova.

Il Comitato è composto da rappresentanti di tutte le province del Veneto, con storie personali, professionalità, esperienze civiche o politiche diverse, che riconoscendosi nei valori di libertà, autonomia, solidarietà e responsabilità dei cittadini, vogliono superare la politica autoreferenziale degli apparati ripartendo dal basso, dalle comunità, cioè dai luoghi dove le persone abitano con i loro bisogni, le loro aspirazioni e i loro talenti. In particolare il Comitato sta lavorando per presentare una lista di candidati in ogni provincia nelle prossime elezioni regionali per dare voce e rappresentanza agli elettori veneti che hanno chiesto a maggioranza assoluta, attraverso il referendum dell’ottobre 2017, l’autonomia differenziata per avvicinare la nostra regione alle autonomie speciali confinanti.

Il Comitato ha infatti deciso di promuovere una lista autonoma perché tutti i partiti nazionali hanno ignorato fino ad oggi la volontà popolare referendaria. A Roma si sono succeduti in questi anni prima il governo Conte I, sostenuto dal Movimento 5 Stelle e dalla stessa Lega che governa ormai incontrastata la Regione da 10 anni, senza considerare i 15 anni precedenti in cui faceva comunque parte della stessa maggioranza politica, poi si è insediato il governo Conte II con l’ingresso del Partito Democratico, ma nessun passo avanti è stato fatto per rispettare la volontà dei cittadini veneti.

Per evitare che il referendum resti solo un bel ricordo dobbiamo scendere in campo con un impegno concreto per il bene della nostra gente, affinché le nostre autonomie locali siano messe in condizione di contare, come si evince dal logo del nostro Comitato  che auspichiamo possa divenire presto il simbolo della nostra lista regionale a sostegno della candidatura a presidente di Simonetta Rubinato, cui abbiamo chiesto di mettere a disposizione la sua esperienza e competenza per avviare questo progetto, vistala coerenza con cui ha portato avanti la battaglia per l’autonomia del Veneto”, dichiara il vicepresidente del Comitato Gianangelo Bellati.
Per esserci, a differenza dei gruppi politici e dei consiglieri già presenti in Consiglio regionale, abbiamo bisogno di raccogliere circa 4 mila firme in tutto il Veneto nei prossimi 15 giorni, in pieno Ferragosto. Possiamo farcela solo con il sostegno dei cittadini liberi, prima con la sottoscrizione delle nostre liste provinciali e poi con il loro voto perché dietro di noi non c’è nessun gruppo di interesse o apparato di partito”: questo l’appello della presidente del Comitato Viviane Moro.

Solo ora infatti è stato possibile cominciare la raccolta delle firme dopo che il presidente della Regione ha indetto le elezioni con decreto del 30 luglio 2020. Chi volesse dare una mano può visitare il sito: www.venetorubinato.it.
Articolo di Sabato 1 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it