Condividi la notizia

LA STORIA

Da Rovigo a Santa Maria di Leuca in bicicletta. L'impresa di Camillo Bordin [VIDEO]

Rimandata per oltre 30 anni l'idea di raggiungere il faro della località più a sud della Puglia in solitaria in bicicletta. Arrivato alla pensione, subita la costrizione in casa per il Covid-19, si decide a partire

0
Succede a:
SANTA MARIA DI LEUCA (LECCE) - Impresa perfettamente riuscita per Camillo Bordin, durante il fine settimana più caldo dell'anno. 1.200 km in bicicletta da Rovigo alla frazione più a sud della provincia di Lecce in Puglia, nel comune di Castrignano del Capo.

Il sogno rimandato per oltre 30 anni per il rodigino Bordin, 65enne in pensione da marzo 2020, in pieno lockdown per l'emergenza Coronavirus, si è finalmente avverato. Un lungo viaggio in solitaria, sulla bicicletta che già 30 anni or sono aveva preparato per quella che sarebbe dovuta essere l'avventura in solitaria, ma che poi, per mille ragioni, non si è mai avverata.


Dopo 45 anni di lavoro in Regione Veneto prima, in Avepa poi, con una preparazione del mezzo affidata da Gianfranco Pizzardo, specialista della Emic Bosaro, la vacanza alternativa di Bordin si è finalmente avverata.

Un viaggio alle volte durissimo, costellato da qualche disavventura, tra le rotture del portapacchi, a qualche foratura, ma soprattutto indimenticabile per il caldo e per il vento che hanno reso l'impresa una autentica avventura. Le ultime tappe in Puglia sono state percorse sin dalle prime luci dell'alba per cercare di evitare la canicola.

"Una gioia immensa, la felicità e la commozione di vedere due mari che si baciano di fronte a se''" il commento di Camillo Bordin che dopo un breve riposo ritornerà comunque in treno, con la sua fidata bicicletta al seguito.
Articolo di Domenica 2 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it