Condividi la notizia

SUEM 118 E TRASPORTI A RISCHIO

Ambulanze e trasporti sanitari: il Consiglio di Stato dà ragione alla Croce Verde di Adria

Il mondo del volontariato rappresentato in provincia di Rovigo da Anpas - Croce Verde esulta: finalmente conclusa la battaglia legale che consente loro l'affidamento diretto

0
Succede a:
ROMA - È arrivata a conclusione il 4 agosto 2020 la lunga battaglia legale portata avanti da Anpas e dalla Croce Verde di Adria (LEGGI ARTICOLO). Il Consiglio di Stato, che è il giudice d'appello avverso le decisioni dei Tribunale amministrativo regionale, ha accolto la richiesta di Anpas di estendere la nozione di emergenza, che legittima gli affidamenti diretti dei servizi di trasporto in ambulanza alle organizzazioni di volontariato, a quella anche solo potenziale, cioè non solo al cosiddetto servizio Suem 118, ma anche a tutti quei trasporti in cui la situazione di emergenza “può concretizzarsi, secondo una ragionevole valutazione prognostica, nel corso dello stesso trasporto”.
 
Il Consiglio di Stato ha stabilito che all’impresa aggiudicataria della gara non potranno essere fatti svolgere trasporti in cui ci possano essere profili di emergenza anche solo potenziale (cioè che potrebbe verificarsi anche solo durante il viaggio), per cui viene a cadere la distinzione finora applicata tra 118 da una parte e tutti gli altri trasporti dall’altra.

Il presidente di Anpas Fabrizio Pregliasco, recentemente ospite ad Adria (LEGGI ARTICOLO), ha commentato: "Siamo orgogliosi di questo risultato: anche alla luce dell'emergenza Covid-19, il soccorso e l'assistenza del volontariato sanitario sono essenziali per continuare a garantire la salute di tutti".

Il presidente di Croce Verde Adria Antonio Sturaro ha commentato: "Siamo felici che questa battaglia, che è durata più di 3 anni, alla fine abbia visto valere le nostre ragioni. Sono felice che il nome di Croce Verde di Adria rimanga legato ad una storica sentenza. Un  grazie non può che andare ad Anpas per averci sostenuto capendo sin da subito che era una battaglia per tutto il movimento". Il presidente di Anpas Veneto e vice presidente di Croce Verde Adria Lamberto Cavallari «Abbiamo intrapreso questa battaglia, sentendoci chiamare con scherno "visionari", convinti che questa sentenza un giorno sarebbe finalmente arrivata, ed infatti, abbiamo avuto ragione. Voglio ringraziare l’avvocato Valerio Migliorini il cui apporto è stato fondamentale. E’ una sentenza importante per il mondo del volontariato, per di più 100% made in Adria cosa di cui andiamo orgogliosi".

Il punto di vista di Italy emergenza
Articolo di Martedì 4 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it