Condividi la notizia

CINEMA e SPORT

La prima meta, che racconta le vicissitudini della Giallo Dozza

CineSet di scena al Battaglini di Rovigo per spostare il rugby dal campo al grande schermo. Una storia ovale di riscatto sociale e recupero

0
Succede a:

ROVIGO – CineSet fa tappa allo stadio Mario Battaglini con l’obiettivo di spostare, per una volta, il rugby dal camp al grande schermo. 

Venerdì 7 agosto nel ‘tempio’ italiano del rugby sportivo di viale Alfieri sarà proiettato il film documentario di Enza Negroni, La prima meta, che racconta le vicissitudini della Giallo Dozza, la squadra di rugby del carcere della ‘Dozza’ di Bologna.

Importanti le partecipazioni e i riconoscimenti ottenuti al Festiva italiano al Festival dei Popoli a Firenze, quello europeo al Festival Internazionale ‘Visions du réel International Film Festival’ a Nyon, alla 27esima edizione del festival Nice-New Italian Cinema Events Usa e successivamente all'edizione russa.

Protagonista del documentario è la squadra di rugby Giallo Dozza formata da 40 detenuti di nazionalità diverse, con pene che vanno da 4 anni all’ergastolo, senza precedenti esperienze rugbistiche. La squadra è iscritta al campionato di serie C2 e forzatamente deve giocare le partite sempre in casa. Il film racconta il cammino dei detenuti per raggiungere la meta non solo in campo ma anche nella vita con una ritrovata dignità sociale.

Un altro appuntamento di alto livello che impreziosisce ulteriormente la rassegna di cinema all’aperto realizzata con l’importante contributo di Asm Set e organizzata da Pro Loco Rovigo e Comitato Provinciale Unpli con il patrocinio del Comune di Rovigo e del Coni Comitato Provinciale di Rovigo, con il sostegno della Regione Veneto e l’aiuto della FIAB

“Quale location migliore del Battaglini per condividere insieme un film toccante e ricco di significato come La prima meta – spiega la presidente di Asm Set Manuela Nissotti – Rovigo è la città del rugby e quindi la sensibilità e l’attenzione verso i temi trattati nella pellicola saranno sicuramente particolari”. “Ci tengo a sottolineare ancora una volta – conclude la dottoressa Nissotti – l’impegno profuso per portare il cinema anche nelle frazioni e negli impianti sportivi con il preciso intento di riunire la città in una serie di appuntamenti corali, per animare ulteriormente le serate di una estate un po’ anomala a causa dell’emergenza sanitaria”. 

La partecipazione all’evento è gratuita previa prenotazione dal sito www.asmset.ro.it con a disposizione 90 posti a sedere. 

Articolo di Mercoledì 5 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it