Condividi la notizia

OMICIDIO CORBOLA

85enne ucciso dal figlio. Corbola incredula. La testimonianza del sindaco Domeneghetti [VIDEO]

Il primo cittadino di Corbola (Rovigo) si è precipitato nell'abitazione di Terenzio Roma dove il figlio 45enne, con disturbi psichici, ha ucciso il padre con una forbice, vani i soccorsi. L’indagine è affidata ai Carabinieri

0
Succede a:

CORBOLA (Rovigo) - Una doppia tragedia. Erano le 19 e 30 di mercoledì 5 agosto quando Terenzio Roma, 85 enne residente Corbola (Rovigo), nella casa all’interno di una strada privata adiacente a via Pampanini, di fronte alla locale filiale di Banca Annia a Corbola, viene colpito dall’omonimo figlio 45enne con delle forbici.

L'aggressore, Terenzio Roma, detto ’Simone’ per distinguerlo dall'omonimo padre, figlio di seconde nozze con dei disturbi psichici, accudiva l’anziano padre insieme all'aiuto delle sorelle, e ma mai fino a quel momento aveva fatto pensare alla possibilità di compiere gesti violenti. In Paese lo conoscono tutti, girava con la sua bicicletta senza creare problemi. Il 45 enne è anche seguito dal servizio psichiatrico dell’Ulss 5 Polesana.


Terenzio Roma aveva anche tre figlie frutto del primo matrimonio, una delle tre, con il marito, una volta accertato quanto accaduto, ha chiamato immediatamente l’infermiera, persona di riferimento per la famiglia per accudire l’anziano.

La signora, che è anche consigliere comunale a Corbola, non potendo recarsi nell’abitazione ha avvisato immediatamente il sindaco di Corbola, Michele Domeneghetti, che si è precipitato nella casa dei Terenzio.

Una volta sul posto il primo cittadino, vista la gravità della situazione, ha chiamato i Carabinieri (è intervenuta la Stazione di Ariano nel Polesine) e il personale del Suem 118.

Personale medico che ha immediatamente trasportato in Ospedale ad Adria l’85enne, ma purtroppo l’anziano è deceduto alle 23.

E’ stato disposto nell’immediatezza anche il Tso per il figlio 45enne, portato in Ospedale a Rovigo e poi trasferito ad Adria. Sorvegliato a vista dai militari dell’Arma, è indagato per omicidio, titolare del fascicolo il Sostituto Procuratore del Tribunale di Rovigo, Ermindo Mammucci. Nel pomeriggio di giovedì 6 agosto il Giudice per le indagini preliminari ha convalidato il fermo del 45enne, ed ha disposto gli arresti domiciliari in Ospedale. La Procura ha disposto l'autopsia sul corpo della vittima, e sta valutando un'eventuale perizia psichiatrica sul figlio.

 

 

Articolo di Giovedì 6 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it