Condividi la notizia

SOCIALE ROVIGO

Claudio Bisio incontra i ragazzi di “Insieme sul Palco” che porteranno in scena il suo film “Si può fare”

Smile Africa Onlus – GIC Giovani in Cammino l'1 agosto insieme a Claudio Bisio al Censer di Rovigo per presentare il loro progetto e quanto è il lavoro fino a qui fatto

0
Succede a:
ROVIGO - Quando hanno saputo che Claudio Bisio sarebbe stato al Censer sabato 1 agosto a presentare il suo nuovo spettacolo “Ma tu sei felice?”, i volontari di di Smile Africa Onlus e di Gic-Giovani in cammino, hanno pensato che non potevano lasciarsi scappare l’occasione: incontrare il protagonista vero del film “Si può fare”, la cui versione teatrale è in fase di preparazione nell’ambito del progetto “Insieme sul Palco”; così si sono rivolti all’assessorato alla cultura e alla direzione del Teatro Sociale, che hanno favorito l’incontro, avvenuto poco prima dello spettacolo di Bisio, tra il bravo attore e i giovani, ma anch’essi bravi attori, protagonisti del progetto teatrale.

All’appuntamento c’era una rappresentanza del cast di giovani attori, tra loro Luca Veghin, studente del liceo che interpreta Nello, il protagonista, proprio come Bisio. Ma c’erano anche alcuni genitori, il docente referente del Celio–Roccati,  il sindaco e l’assessore del comune di Costa e i presidenti delle due associazioni, tutti visibilmente soddisfatti di essere lì a parlare della loro avventura teatrale. 

Roberto Pinato, regista e sceneggiatore del lavoro, ha presentato a Bisio il progetto dicendo: “Da alcuni anni le associazioni di volontariato Smile Africa Onlus e Gic  collaborano per un laboratorio teatrale che porta in scena ragazzi con disabilità; insieme al Liceo Celio Roccati abbiamo raccolto l’invito del comune di Costa di partecipazione al bando della Regione Veneto – Davanti le quinte –  per sensibilizzare la comunità sulle tematiche della disabilità attraverso l’espressione teatrale; abbiamo aderito subito con entusiasmo e con la volontà di raccontare la disabilità trasmettendo valori di inclusione, solidarietà e di contrasto allo stigma e alla discriminazione".



"L’idea intorno alla quale abbiamo lavorato è stata: chi meglio delle persone disabili può rappresentare e raccontare la disabilità? Chi meglio di un gruppo di giovani disabili riesce a testimoniare valori di inclusione e solidarietà in un percorso che li vede protagonisti di uno spettacolo, insieme ai compagni non disabili?


La scelta del testo da portare sul palcoscenico è caduta sul film  “Si può fare”, reso ancora più efficace dalla straordinaria interpretazione di Claudio Bisio, perché affronta la disabilità con le armi leggere della commedia senza tralasciare anche gli aspetti più intimi e fragili dell’animo umano, senza negare le diverse sfaccettature del dolore e della sofferenza con cui le persone spesso si trovano a fare i conti.

L’attore, con il quale si è instaurato subito una comunicazione fortemente empatica, tanto che a tutti sembrava di conoscerlo da sempre, ha manifestato dapprima sorpresa, ma poi soddisfazione e apprezzamento per l’iniziativa; ha raccontato anche qualche aneddoto legato alle riprese del film in un vecchio manicomio dismesso che hanno divertito tutti i presenti.

Roberto Pinato ha poi riferito come l’emergenza Covid-19 abbia bloccato il progetto: “Non ci siamo persi d’animo e, per non vanificare il lavoro fatto, abbiamo ristrutturato il modo di fare le prove, passando dalla modalità in presenza alla modalità a distanza sfruttando una piattaforma digitale. Abbiamo girato dei video per condividere tra tutti criticità e progressi".

"Pian piano è emersa la decisione di fare un cortometraggio che non vuole sostituire la rappresentazione teatrale, che tutto il team dei ragazzi e degli operatori vuole fortemente realizzare (si spera) in autunno, ma intende testimoniare il lavoro attraverso il quale un gruppo di ragazzi e di adulti, insieme, hanno affrontato la solitudine e l’isolamento in un momento di grave difficoltà, in cui a tutti era negata la libertà di muoversi e di interagire”.


A Bisio, i ragazzi hanno mostrato il trailer del cortometraggio, con il quale stanno partecipando ad alcuni Film Festival in giro per l’Italia, informandolo che il cortometraggio completo è visibile al link https://youtu.be/22XbbTzKwZA, di cui l’attore ha preso nota, curioso di vedere il lavoro completo.
Ancora un po’ di tempo per le foto insieme, i saluti affettuosi, i ringraziamenti.

Una bella esperienza per gli operatori del progetto, ma soprattutto per i ragazzi che adesso non vedono l’ora di calcare le scene proprio come Bisio che ci lascia i presenti per salire sul palco mentre il gruppo torna in platea per assistere allo spettacolo.
 
Articolo di Giovedì 6 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it