Condividi la notizia

#elezioniVENETO2020

Campagna elettorale in bicicletta

Aldo D’Achille, sindaco di San Bellino (Rovigo) e candidato con la lista civica progressista del Veneto che Vogliamo a bordo di una mountain bike servo-assistita, si avventurerà in un tour che toccherà i comuni polesani.

0
Succede a:

SAN BELLINO (Rovigo) - La campagna per le elezioni regionali 2020 sta scaldando i motori e si cominciano a vedere cartelloni pubblicitari qua e là. Ma c'è chi della sperimentazione ha fatto il suo vessillo e continua ad innovare anche in un ambito particolare come la campagna elettorale.

Aldo D’Achille, sindaco di San Bellino e candidato con la lista civica progressista del Veneto che Vogliamo, capeggiata da Arturo Lorenzoni, stupisce ancora una volta; a bordo di una mountain bike servo-assistita, messagli a disposizione gratuitamente dalla Cicli Elios di Badia Polesine si avventurerà in un tour che toccherà i comuni polesani.

“Ho fatto del dialogo e del confronto aperto le mie risorse migliori, in questi anni da sindaco, afferma il candidato, credo che attraversare in bici la nostra provincia mi darà l'opportunità di incontrare in modo diretto le cittadine e i cittadini, di ascoltare le loro istanze, di godere dei nostri bellissimi paesaggi, di visitare le attività produttive, spesso di eccellenza, che costellano la nostra terra ma che talvolta semplicemente non conosciamo, di soggiornare in realtà di accoglienza, di gustare i cibi semplici ma indimenticabili che il nostro territorio esprime. Il Polesine a volte non ha coscienza di quanto già oggi valga: è tempo di cambiare la visione del Polesine!”

Colpito dalla figura del primo cicloamatore al mondo, il polesano Luigi Masetti, cui ha dedicato il parco urbano sanbellinese di ben 8000 metri inaugurato nell’ottobre scorso, D’Achille stesso si è trasformato in un novello Masetti, a riprova che il turismo lento e sostenibile è una delle chiavi dello sviluppo turistico possibile della provincia di Rovigo. Un territorio totalmente pianeggiante, tracciato da diverse piste ciclabili, punteggiato da strutture ricettive sia di lusso che a conduzione familiare, sede di tanti, tantissimi possibili itinerari. Dalle ville ai castelli, dagli itinerari eno-gastronomici ai corsi d'acqua navigabili che permettono di sperimentare un altro lato del paesaggio. Non mancheranno infatti assaggi di navigazione fluviale e marittima in questo tour che vuole da un lato far riflettere sulle opportunità che il Polesine, se farà sistema, potrà implementare da un punto di vista turistico e culturale, dall’altro, invece, offrirà l'opportunità a D’Achille di incontrare volti, storie, persone che compongono la nostra variegata provincia affinché la politica del fare e della concretezza si ponga in ascolto fattivo di ciò che i cittadini sentono, desiderano, vivono.

Attendiamo quindi la data d’inizio della campagna elettorale e di vedere dove la prima tappa del #Polesinechevogliamo tour ci condurrà. Buona strada.

Articolo di Giovedì 6 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it