Condividi la notizia

#elezioniVENETO2020

Diego Crivellari invita i cittadini all'avvio della propria campagna elettorale

Venerdì 7 agosto appuntamento fuori dal Comune di Rovigo, e sabato 8 agosto conferenza pubblica ad Adria. Due eventi per la partenza dell'aspirante consigliere regionale del Pd

0
Succede a:

ROVIGO - Dal capoluogo del Polesine e da Adria prende avvio un tour che toccherà l'intero territorio provinciale. Si parte dal comune capoluogo per poi fare tappa nella città etrusca.

Venerdì 7 agosto 2020alle ore 18, in via Zanella a Rovigo presso i locali Bar Fuori dal Comune e Bakaro si svolgerà il primo appuntamento ufficiale aperto al pubblico per l’avvio della campagna elettorale di Diego Crivellari, candidato al consiglio regionale alle elezioni del 20 e 21 settembre.

Sabato 8 agosto 2020, alle ore 18,30in vicolo Che Guevara presso l’Osteria Il Ciondolo di Adria, si terrà una conferenza stampa pubblica dedicata ai cittadini adriesi.

“Sarà una occasione importante per potere parlare con le persone, - spiega Crivellari - trascorrere un po’ di tempo insieme e darci la carica per questa energica campagna elettorale. È una campagna elettorale lunga e mi ci sto dedicando con grande impegno ed entusiasmo perché ho fiducia nel futuro. Sto attraversando tutto il nostro Polesine per incontrare persone, ascoltare le loro richieste e rispondere alle loro domande. Voglio dare voce ai sogni e alle speranze di donne e uomini che si identificano nel proprio territorio, ma sono delusi da una Regione che non ne riconosce l’importanza ed il valore. In cinque anni ho visto tantissimo soldi spesi dalla Regione per tutte le province, mentre alla provincia di Rovigo sono arrivate solo briciole.

A Belluno ci saranno le Olimpiadi, a Treviso l’importante riconoscimento del Prosecco, ma in Polesine? A parte lodare i meravigliosi campi di lavanda di Ca’ Mello, il presidente Luca Zaia ha una vaga idea di cosa sia il Delta del Po? Per non parlare dell’Autonomia: dopo cinque anni e mezzo il risultato è pari a zero. Ecco, io sono convinto che oggi sia possibile costruire tutti insieme un Veneto più forte e più aperto. Un Veneto migliore in cui la Regione dia la giusta importanza a Rovigo e al Polesine”.

 

Articolo di Giovedì 6 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it