Condividi la notizia

COMUNE

Variazione di bilancio comunale per la ripresa della scuola

120 nuovi banchi, pettorine e catarifrangenti per il pedibus per affrontare il nuovo anno scolastico a Lendinara (Rovigo)

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) - Mira soprattutto ad attrezzare le scuole e i servizi scolastici per affrontare il ritorno sui banchi la variazione di bilancio urgente varata dalla Giunta comunale, la seconda apportata al bilancio di previsione in questi mesi. L'esecutivo aveva già sottoposto al vaglio del Consiglio comunale un primo ritocco nella stessa seduta di approvazione del previsionale, circostanza più unica che rara e vivacemente contestata, con l'obiettivo di stanziare una prima cifra per affrontare l'emergenza. Ora Viaro rimette mano al bilancio con una variazione che non contiene tutto sommato importi ingenti, ma finanzia una serie di necessità “… che non possono attendere” per preparare il ritorno sui banchi.

Spiega il Sindaco: “Tra limitazioni e nuovi obblighi a settembre ci attende una sfida e, come amministrazione, stiamo dando il nostro supporto alla dirigente scolastica dell'Istituto comprensivo Laura Riviello perché possa affrontare la riapertura nelle migliori condizioni”. L’importo di spesa sfiora i 35mila euro, di cui 22mila coperti da un contributo del Ministero dell'Istruzione, per rimuovere la tettoia usurata e il portabici alla scuola media Alberto Mario e installare una nuova pensilina che sarà uno dei due punti per l'accoglienza il mattino, oltre a realizzare percorsi pedonali pavimentati per l'ingresso dei ragazzi. Circa 7mila euro serviranno a comprare 120 nuovi banchi e altri arredi per ottimizzare gli spazi e garantire il distanziamento, altre risorse sono invece destinate a sistemare gli infissi delle palestre scolastiche e migliorarne l’aerazione. 

Altre spese sono destinate al finanziamento del servizio ‘Pedibus’, particolarmente caro all’assessore all’istruzione, per l'acquisto di pettorine e catarifrangenti per i bambini delle primarie che abitano vicino alla scuola, per promuovere il trasferimento di gruppo a piedi.

È altresì previsto un sussidio di contenimento o calmieramento dei costi sostenuti dalle famiglie che hanno usufruito del servizio nido d'estate nel nido comunale e i contributi per l'animazione estiva. Nella variazione ci sono anche 35mila euro per la Casa albergo per anziani, a compensazione del blocco del turnover  negli inserimenti di nuovi ospiti, vissuto a causa del Covid-19. “Non è un importo definitivo, precisa Viaro, la volontà dell'amministrazione è di poter destinare una cifra più alta e sulla questione Casa albergo coinvolgerò il Consiglio comunale”. Dalle parole del Sindaco a settembre, dunque, si prospetta una variazione di bilancio molto più corposa, questa volta a sostegno di cittadini e attività più colpite dall'emergenza.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Giovedì 6 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it