Condividi la notizia

SICUREZZA ADRIA

Furti e violenti litigi, sintomi di un disagio sociale ad Adria?

Lamberto Cavallari come consigliere comunale ringrazia l'operato delle Forze dell'ordine, ma non può non pensare che gli episodi possano essere collegati alla profonda crisi economica della città

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Le vicende di Adria di questi ultimi giorni, tra cui la raffica di furti in abitazione ed un presunto episodio di aggressione ai danni di un barista (LEGGI ARTICOLO), risultato comunque ferito dalla rottura di alcuni cristalli della porta di ingresso allo stabile, potrebbero essere un campanello d'allarme del disagio sociale del territorio in crisi post Covid-19, secondo il consigliere comunale Lamberto Cavallari.

"Sulla vicenda dell'agressione al barista mi pare di capire che le cose potrebbero non essere così chiare, per cui meglio attendere gli sviluppi, prima di fare commenti. Per il resto, la sequenza di furti che ci sono stati in questi giorni preoccupa, in quanto, visto il  particolare momento, potrebbero essere le prime avvisaglie della profonda crisi economica post lockdown da Coronavirus.

Un grazie va comunque alle forze dell'ordine per l'importante lavoro che svolgono nel limitare e reprimere questi fenomeni".
Articolo di Lunedì 10 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it