Condividi la notizia

SCUOLA ADRIA

"Non ci sono più scuse, i plessi scolastici delle frazioni sono essenziali per evitare classi pollaio"

A specificarlo è Alberto Bergo del comitato in difesa della scuola di Bottrighe (Rovigo) che a questo punto potrebbe essere uno spazio importante per evitare classi sovraffollate in periodo post Covid-19

0
Succede a:
BOTTRIGHE (Rovigo) - "Adesso che le risorse sembrano essersi sbloccate e che il ministero dell'istruzione ha stabilito nuove assunzioni sia tra i docenti che tra il personale ausiliario, i dirigenti scolastici delle scuole primarie locali non hanno più scuse. Se vogliono evitare le classi pollaio, se vogliono garantire spazi adeguati ai ragazzi, se vogliono tutelarsi da un malaugurato ritorno dell'epidemia hanno tutti gli strumenti per agire". Così Alberto Bergo per il comitato in difesa della scuola di Bottrighe. 

"Ci sono situazioni, a livello di istituti superiori, i cui edifici dipendono dalla provincia che non riesce ad assicurare nuove aule; lì i dirigenti scolastici sono costretti a pensare a trovare autonomamente gli spazi idonei. Per le elementari e per le medie sappiamo che il comune di Adria da tempo ha messo a disposizione aule e plessi, quindi questo problema non esiste".

Proseguendo: "A Bottrighe abbiamo un edificio che ha tutte le carte in regola per ospitare classi delle medie, deve essere utilizzato per garantire la salute dei ragazzi!
L'utilizzo dei plessi delle frazioni ridurrebbe, inoltre i rischi connessi con l'affollamento dei mezzi pubblici. Bottrighe attende una risposta positiva dalla dirigente, dopo che il sindaco ha ribadito per l'ennesima volta la sua disponibilità. Se le istituzioni scolastiche locali ancora una volta saranno sorde a questi appelli si assumeranno una
grave responsabilità nei confronti di tutta la comunità se dovessero verificarsi problemi sanitari nel corso del prossimo anno scolastico".
 
Articolo di Mercoledì 12 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Adria

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it