Condividi la notizia

CASA DEL SORRISO

La casa di riposo di Badia Polesine supera l'esame dei Nas

Nella giornata di domenica 16 agosto scorso i Carabinier sono arrivati a sorpresa all'interno dell'Ente socio sanitario e hanno controllato ogni minimo dettaglio, riscontrando solo aspetti positivi. Tanta la soddisfazione del presidente Tommaso Zerbinati

0
Succede a:
BADIA POLESINE (Rovigo) - Terza visita a sorpresa del 2020 dei Carabinieri del Nas in casa del Sorriso a Badia Polesine domenica 16 agosto scorso e, come nei precedenti controlli di capodanno e del 16 aprile scorso, nessun rilievo è stato mosso all'ente badiese. Anche questa volta, infatti, i militari del nucleo anti sofisticazione si sono presentati senza alcun preavviso in un giorno festivo, per effettuare tutta una serie di controlli in via San Nicolò, 118.

I Carabinieri hanno verificato a campione gli arredi, risultati ben tenuti e di ultima generazione costruttiva, proseguendo con un controllo dell'impianto di chiamata degli ospiti risultato anche questo perfettamente funzionante. Il controllo dei farmaci ha rilevato la perfetta conservazione mentre nulla è stato eccepito sugli estintori presenti ai piani dei nuclei, la cui verifica della revisione ha dato esito positivo.

Nella cucina i militari hanno appurato la corretta dotazione del piano Haccp e l'aggiornamento delle schede di rilevamento delle temperature. Gli ispettori, infine, hanno verificato le modalità di visita agli ospiti dei familiari applicate dalla struttura ritenendole ottimali.

“Per noi - ha dichiarato il presidente Tommaso Zerbinati - si tratta del terzo controllo del 2020 e della terza promozione ottenuta a testimonianza, ancora una volta, della professionalità e qualità con cui opera il personale della struttura”.

Anche dietro le operazioni che possono sembrare le più semplici, come il cucinare o il distribuire i farmaci, dentro una Rsa diventano attività sottoposte a controlli giustamente rigorosi, proprio per la fragilità delle vite che vengono curate e custodite all'interno della stessa. “A volte lascia un po' l'amaro in bocca sentire da parte di chi non conosce queste dinamiche, delle affermazioni limitate alle sole critiche sulle rette; affermazioni che tendono a banalizzare il servizio mentre è importante sapere che nulla va dato per scontato nelle strutture come la nostra”. Ha concluso Zerbinati.

Fra le novità annunciate dal presidente c’è anche quella che, a partre dal prossimo 7 settembre, sarà permesso agli ospiti di incontrare più frequentemente i propri cari. Infatti, i famigliari potranno recarsi in visita due per volta per ciascun ospite, per cui si abbasserà l’intervallo fra una visita e l’altra. Sempre da quella data, inoltre, le visite saranno possibili nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, negli orari stabiliti e previa prenotazione al numero 0425-597816

Il familiare dovrà presentarsi obbligatoriamente 20 minuti prima della visita e dovrà inoltre sottoporsi al controllo della temperatura, fermo restando l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale previsti.
 
Ugo Mariano Brasioli
Articolo di Mercoledì 19 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it