Condividi la notizia

VIABILITA' BADIA POLESINE

Badia Polesine: in via San Giovanni tolti i pilomat, arrivano i varchi elettronici

Decisione presa per l'amministrazione comunale di Badia Polesine (Rovigo), che dopo vari tentativi è costretta a togliere i pilomat per installare i varchi elettronici per controllare la viabilità

0
Succede a:
BADIA POLESINE (Rovigo) - Addio al pilomat di via San Giovanni. Il sindaco Giovanni Rossi l’aveva annunciato nei giorni scorsi e l’amministrazione da lui guidata ha scelto la soluzione dei varchi elettronici per tutelare le piazze e le vie del centro cittadino. La notizia confermata anche dal capogruppo di maggioranza Cristian Brenzan, che segue le deleghe del vicesindaco onorevole Antonietta Giacometti, dovrebbe finalmente risolvere la Ztl elettronica e l’accesso selvaggio delle auto negli orari di chiusura al traffico.

A nulla infatti servivano le transenne, puntualmente e incivilmente rimosse ed assai poco il pilomat, più volte danneggiato con conseguenti ripetuti costi di riparazione.
Con tutta probabilità i varchi dovrebbero essere posizionati sulle vie San Giovanni e Danieli, in modo da evitare la posa di fioriere o altri elementi di ostacolo in piazza Vittorio Emanuele, idea inizialmente considerata.


I commercianti del centro potranno, dunque, contare sul transito delle auto durante la giornata ma, alla sera e nei giorni festivi quando normalmente i negozi sono chiusi, la piazza deve essere considerata zona pedonale. La decisione presa dall’amministrazione trova il plauso del Partito Democratico locale che in una nota esulta, per quella che ritiene essere una propria proposta sostenuta fin dal 2019 per tutelare la Ztl serale.

Nel documento i Dem dichiarano: "Il cambio di rotta dell’amministrazione ci fa piacere poiché è stato colto, anche dopo il colloquio personale avuto dal consigliere comunale Manuel Berengan con il sindaco, il senso della nostra proposta: non certamente punitiva, ma atta ad introdurre un ottimo strumento di regolazione del traffico cittadino che ha già ottenuto favorevoli successi anche in altre realtà a noi vicine”.

Naturalmente ciò non è sufficiente a contrastare la maleducazione e serviranno altre misure per il pieno e totale rispetto della Ztl e della piena vivibilità del centro cittadino. Per questo il Pd sollecita la presenza costante del turno serale dei vigili, che per altro l’amministrazione ha già reintrodotto con l’ampliamento dell’organico della polizia locale. Qualche volta, dunque, gli opposti d’incontrano con buona pace di tutti, come sottolinea il comunicato Dem ribadendo la propria disponibilità al dialogo e al confronto, quando in ballo ci sia il bene della comunità cittadina.

Se dunque, i varchi elettronici dovrebbero risolvere, nel generale apprezzamento, l’annoso problema del far rispettare l'area pedonale del centro, diversa appare la situazione per il controllo di vicinato, quale deterrente per i malintenzionati, di cui si parla ormai da molto tempo e che Badia avrebbe voluto concretizzare in coppia con Lendinara. È pur vero che dopo l’assemblea pubblica dell’aprile 2019, alla quale presenziò l'ex presidente del consiglio comunale lendinarese Renzo Dainese, l'iter ha subito una battuta d'arresto vuoi per alcune perplessità sollevate da alcuni attori istituzionali, che per il cambio di giunta avvenuto nella vicina Lendinara, ma di fatto il progetto è fermo al palo.

Nessuno sembra volervi rinunciare, come ribadito dallo stesso Brenzan nel consiglio comunale del 30 dicembre 2019, ma tuttora si sta cercando una soluzione per ricalibrare quel progetto, al fine di ottenere il necessario placet da parte del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica.
                                                                                                                                                                                                                                                  Ugo Mariano Brasioli
Articolo di Mercoledì 19 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it