Condividi la notizia

INCONTRO AUTORE

Gianni Sparapan sarà il terzo autore a raccontarsi a Rosolina Mare

L'autore, storico, poeta, giornalista e drammaturgo parlerà della parlata veneta, delle sue sfumature e della sua importanza al centro congressi di Rosolina Mare (Rovigo)

0
Succede a:
ROSOLINA MARE (Rovigo) - Venerdì 21, alle ore 21.30, al centro congressi di Rosolina Mare, ci sarà il 3° “Incontro con l’Autore”: sarà in scena Gianni Sparapan, cultore della lingua polesana che, proponendo al pubblico la “parlata veneta”, attraverso le sue regole e una serie di aneddoti, racconterà come sia a volte complicato ed a volte divertente parlare o ascoltare le chiacchiere in lingua veneta.

Gianni Sparapan, ex insegnante, è un personaggio poliedrico: scrittore, storico, poeta, giornalista e drammaturgo; autore di libri storici, poesie, teatro e racconti che hanno valorizzato e fatto conoscere la lingua veneta, soprattutto nella variante polesana; ha scritto anche libri di grammatica veneta.

Continuano, quindi, le serate tra natura e cultura a Rosolina Mare, iniziate quest’anno per allietare le serate dei turisti che soggiornano nella località turistica. Pertanto non ci sono solo gli spettacoli per adulti e bambini che, in linea con le restrizioni dettate dal Covid, la Pro Loco di Rosolina ha sapientemente programmato, ma trovano spazio anche serate legate al territorio ed alla “cultura” del territorio.

Nel mese di luglio c’è stata la prima serata dedicata al Fratino, uno dei tanti limicoli che nidifica sulle spiagge e che proprio nella spiaggia di Porto Caleri ha trovato un’area adatta alla sua nidificazione, illustrata da Nicola Donà, guida naturalistica e appassionato ornitologo che ha illustrato le caratteristiche di questo piccolo trampoliere.

Il 28 luglio, la prima serata a tema culturale con Diego Crivellari, che ha presentato il suo “Scrittori e mito nel Delta del Po. Un dizionario letterario e sentimentale” (Apogeo editore): un racconto, un insieme di storie godibilissime che abbraccia lo spirito del Delta in una biblioteca ideale. Un’operazione importante perché serve a dare unità e coscienza a questo territorio, unico e suggestivo. Sempre a cura di Nicola Donà, il 10 agosto è stata la volta di “Rosa Shocking”, una serata dedicata interamente ai fenicotteri, sicuramente la presenza più iconica e suggestiva fra le oltre 380 specie di uccelli che frequentano il Delta del Po.
Articolo di Giovedì 20 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it