Condividi la notizia

LAVORO GAIBA

Nulla da fare. La Tough Components Srl chiude a Gaiba

Dopo vari incontri con i vertici societari, l'amministrazione comunale, i sindacati e in ultimo anche Veneto Lavoro (Rovigo) e l'intermediazione degli assessori regionali Cristiano Corazzari e Elena Donazzan, non c'è stato nulla da fare

0
Succede a:
GAIBA (Rovigo) - La direzione di Tough Components Srl aveva comunicato l'intenzione di chiudere lo stabilimento di Gaiba nelle settimane scorse, e questa settimana si è svolto l'incontro presso Veneto Lavoro a Mestre tra i dirigenti della Tough Components Srl, l'amministrazione comunale di Gaiba con sindaco Nicola Zanca e vicesindaco Asia Trambaioli, le parti sociali di Fiom-Cigl, Fim-Cisl, e la direzione di Veneto Lavoro per cercare una soluzione differente.

L'amministrazione comunale di Gaiba a seguito della comunicazione dell'intenzione di chiusura dello stabilimento di Gaiba nelle settimane scorse, ha avuto un confronto con l'azienda, incontri con le parti sociali ed i dipendenti e colloqui con l'assessore regionale Cristiano Corazzari e l'ufficio dell'assessore Elena Donazzan, con delega al lavoro.

Il sindaco di Gaiba Nicola Zanca chiarisce: "Abbiamo cercato di attivare tutti i canali possibili, sia a livello locale che regionale e nonostante i tempi ristretti, per far tornare sui propri passi i dirigenti di Tough Components SRL. Purtroppo abbiamo trovato un muro da parte dei vertici dell'azienda anche nell'ultimo incontro regionale di Veneto Lavoro, che ringrazio per la disponibilità e l'organizzazione del confronto nella figura del dirigente Matteo Losego".

"Durante il meeting non abbiamo trovato risposte soddisfacenti ai nostri interrogativi rivolti ai dirigenti sulle motivazioni del trasferimento dei dodici dipendenti nella sede Cividale del Friuli. Pertanto entro alcuni mesi il capannone di Gaiba verrà liberato. Ringrazio in ogni caso l'assessore Elena Donazzan, l'assessore Cristiano Corazzari, Massimo Barbin di Confindustria Rovigo - Venezia per la fattiva collaborazione ed i tentativi di mediazione. Siamo già alla ricerca con i consiglieri ed i proprietari dell'immobile una nuova azienda da insediare a Gaiba per creare nuova occupazione. Sicuramente il potenziale della Zls, Zone Logistiche Semplificate, sarà un forte potere attrattivo per tutto il territorio coinvolto."
Articolo di Sabato 22 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it