Condividi la notizia

IL PROGETTO

L’idea: un contenitore e un punto di riferimento delle attività sociali e culturali

Si cercano finanziamenti per la riqualificazione alla Casa della cultura e della legalità di Salvaterra nel comune di Badia Polesine (Rovigo)

0
Succede a:

BADIA POLESINE (Rovigo) – L’Associazione temporanea di scopo (Ats) Salvaterra, che ha ottenuto la gestione dell'ex villa Valente Crocco per altri quattro anni, cerca finanziamenti per continuare la riqualificazione della Casa della cultura e della legalità, inaugurata nel 2016 da don Luigi Ciotti. Ne hanno parlato Remo Agnoletto, presidente del Centro Documentazione Polesano e referente dell'Ats Salvaterra e il Sindaco Giovanni Rossi a margine dell’incontro di presentazione di estate liveri.

Il bene del XVIII secolo, confiscato nel 1995 alla criminalità organizzata e oggi intitolato alla memoria dell'appuntato Silvano Franzolin vittima polesana della mafia, si trova in via dei Partigiani 262. Dopo lunghe vicende burocratiche e procedurali, rimase sostanzialmente inutilizzato fino al 2005, quando l’associazione Libera se ne interessò definendo un progetto per la sistemazione e messa a norma dell’edificio.

Con un finanziamento di circa 250mila euro, grazie a un bando del Gruppo Azione Locale (Gal) Polesine Adige, nell’anno 2013 sono stati eseguiti i lavori che nel 2015 hanno reso disponibili i “locali nobili” della zona giorno e il corpo a sinistra adibito a servizi ed annessi, in tutto circa 220 metri, con lo il cortile antistante e un terreno agricolo di circa 3.200 metri quadrati.

Nel frattempo l’Ats Salvaterra, si aggiudicò l’avviso di selezione pubblica del Comune per la concessione d’uso a titolo gratuito dell’immobile.

L’inaugurazione della rinata Villa Valente Crocco, il 10 maggio 2016, ha contribuito ad accendere nuovo interesse per il territorio, evocando significati e valori morali e civili importanti.

Oggi l'Ats intende ampliarne l’uso a scopi sociali, utilizzando anche la zona notte al 1° piano e recuperando la “barchessa”.  Gestori e Comune sono d’accordo sul proseguimento dei restauri. L’impresa è ambiziosa e per questo si cercano finanziamenti per avviare i lavori. Il progetto per il recupero della barchessa per realizzare un laboratorio di cucina utile ad altre attività, è già stato presentato e dovrà essere approvato dal Comune. Come ha spiegato Remo Agnoletto: “L’idea è di proseguire sulla strada della residenzialità, affinché la villa diventi sempre più la casa di tutti”. Da parte sua, l'amministrazione comunale è pronta a sostenere l'iniziativa: “Come Comune dovremo approvare il progetto relativo alla barchessa in sede di giunta”, osserva il sindaco Giovanni Rossi che aggiunge, “…quasi sicuramente questa iniziativa sarà la prossima che l'amministrazione presenterà al Gal”. Parole che lasciano ben sperare l’Atd Salvaterra.

Nell’Associazione Temporanea di Scopo Salvaterra confluiscono 5 associazioni e 2 cooperative sociali: il Cpd che la rappresenta legalmente, svolge attività culturali e gestisce anche una piccola biblioteca della legalità. La Cooperativa Sociale Porto Alegre, svolge il ruolo di consulenza tecnica e di coinvolgimento di persone con svantaggio sociale. Il Wwf Provinciale, che concorre alla realizzazione delle attività di piccola agricoltura sociale, orti sociali e formazione sulla tutela dell’ambiente. L’Associazione Regionale Apicoltori, che produce il “Miele della legalità”. La Cooperativa Sociale Altrinoi, che dovrebbe concorrere allo svolgimento delle attività tecnico manuali ed espressive di persone svantaggiate. L’Associazione Di Tutti i Colori per la promozione di attività culturali sui temi dell’Intercultura e della gestione non violenta dei conflitti. L’Auser di Rovigo, infine promuove lo scambio intergenerazionale e la trasmissione di competenze e abilità.

“L'idea, conclude Agnoletto, è fare della villa il contenitore e un punto di riferimento delle attività sociali e culturali, non solo locali, sui temi legalità, della tutela dei diritti umani e delle politiche sociali”. 

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Martedì 25 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it