Condividi la notizia

CONTAGIO COVID-19

Primo ricovero in ospedale a Rovigo per Coronavirus dopo la fine dell'emergenza

Due nuove positività in provincia di Rovigo, una donna asintomatica, un uomo affidato alle cure del reparto di Malattie infettive del capoluogo

0
Succede a:
ROVIGO - La direzione generale dell'Ulss 5 polesana comunica due due nuovi casi di positività al virus Covid-19 che portano a 531 il numero del totale dei residenti in Polesine positivi al Coronavirus da inizio epidemia.

Si tratta di un uomo del 1963, residente a Rovigo, sintomatico che si è rivolto alle strutture dell'Ulss 5 ed è stato ricoverato in Malattie Infettive all’Ospedale di Rovigo. Vi è poi il caso di una donna del 1974, residente a Rovigo, positiva dopo essere stata a contatto stretto in ambito familiare di una persona risultata positiva. È asintomatica.

Siamo in presenza di un andamento in crescita dei positivi, ma la situazione è sotto controllo - con queste parole il direttore generale dell’Ulss 5 Polesana Antonio Compostella commenta la crescita del numero di positivi - certo esiste una presenza di nuovi casi di positività, con la curva che si innalza quotidianamente. Si tratta di una situazione però non allarmante, poiché conosciamo la loro genesi; i casi sono legati alla vita di relazione sociale, alla convivialità estiva, a cene ed eventi privati. Per quello che riguarda i rientri dalle vacanze in paesi esteri, attraverso lo screening eseguito su 621 persone, è emerso che tutti i cittadini interessati sono risultati negativi al Coronavirus. I 5 positivi di rientro da Malta erano rientrati prima delle nuove disposizioni regionali ma per estrema precauzione erano stati comunque sottoposti a tampone dal nostro Servizio di Igiene e Sanità Pubblica”.

Il direttore generale ha spiegato che i filoni da monitorare attraverso lo screening capillare sono rappresentati, appunto, da lavoratori stagionali in rientro, da chi ha trascorso vacanze all’estero, da chi ha partecipato, complice l’estate, ad eventi conviviali, cene e feste.
Il vero stress test del sistema è rappresentato dalla scuola, che a breve riaprirà. Sono circa 1000 i docenti e i dipendenti non docenti della scuola invitati, su base volontaria, a fare il test sierologico rapido in collaborazione con i medici di base; i protocolli ministeriali si stanno perfezionando di giorno in giorno” afferma Compostella.

In vista delle prossime elezioni regionali, fissate per il prossimo 20 e 21 settembre 2020, Azienda Ulss 5 e la Prefettura di Rovigo stanno organizzando un protocollo per far votare, in sicurezza e con seggi volanti dedicati, le persone in isolamento domiciliare.  Il quartier generale di questa modalità, atta a consentire la possibilità di voto a tutti i cittadini, sarà l’Ospedale San Luca di Trecenta, dal quale partiranno le squadre per il voto a domicilio.

In tutte le strutture del Polesine della Ulss 5 non si segnalano positività né tra gli ospiti né tra gli operatori.

I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 71.949. Le persone sottoposte a tampone sono state 29.236.

Una nuova guarigione fa salire a 426 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia. Sono 69 le persone attualmente positive in provincia. Sono ad oggi sono 464 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

 
Articolo di Martedì 25 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it