Condividi la notizia

CARABINIERI 

Grazie Capitano, il giusto riconoscimento del territorio 

Il capitano Andrea Pezzo, comandante della compagnia di Castelmassa (Rovigo), ha salutato il Polesine, è stato trasferito dopo un quadriennio a Cittadella (Padova)

0
Succede a:

CASTELNOVO BARIANO (Rovigo) - A fine agosto l'associazione nazionale carabinieri in congedo di Castelmassa (sede di Ficarolo), presieduta da Francesco Lazzarini, al teatro Indipendenza ha reso omaggio al capitano Andrea Pezzo, comandante della compagnia di Castelmassa, trasferito dopo un quadriennio a Cittadella. Un saluto, un congedo, un arrivederci, tanta commozione genuina e sincera.

Il presidente Anc Francesco Lazzarini ha esaltato "le doti professionali e umane del nostro capitano, ci dispiace che vada via. Con lei si è lavorato bene, ci mancherà. Quando ero in servizio alla compagnia di Legnago mi ricordo di lei, figlio di carabiniere, ancora bambino, da allora ne ha fatta di strada. La nostra sezione le fa omaggio di una scultura in metallo effigiante la carica di Palestro".

Il sindaco Massimo Biancardi s'è detto "dispiaciuto per il trasferimento di un così bravo comandante, certo destinato a fare ancora meritatamente carriera. Rigoroso professionalmente, è sempre stato in mezzo alla gente, aiutando consigliando, convincendo. Ha collaborato proficuamente con l'amministrazione che rappresento, ciò nell'interesse dell'intera comunità nostra e del territorio".

Antonio Zizzo, presidente Anc di Occhiobello, si è"associato a tutto quanto dichiarato sinora, lei è stato un punto di riferimento sicuro per tutti. Grazie".

Marco Trombini, presidente di Ecoambiente, ha ricordato il proprio "servizio militare da carabiniere ausiliario, che mi ha formato come uomo. Come sindaco di Ceneselli e in veste di presidente della Provincia si siamo interfacciati, caro capitano, più volte, trovando sempre un punto d'intesa su varie questioni, anche le più delicate. Certo l'Alto Polesine perde un ottimo ufficiale e un sincero amico".

Il capitano Andrea Pezzo, commosso, ha dichiarato d'"essere onorato di tanta dimostrazione d'affetto e d'amicizia. Sono stato bene fra voi, ringrazio i miei carabinieri per l'efficienza dimostrata, le istituzioni locali per la sintonia sperimentata, tutti i cittadini per la spontaneità e la fiducia nell'Arma".

L'epilogo con il brindisi d'onore e un bel rinfresco.

 

 

Articolo di Lunedì 31 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it