Condividi la notizia

CONSIGLIO COMUNALE ADRIA

Ad Adria il trattamento riservato a Giorgia Furlanetto fa scuola: nuove regole valide da oggi per tutti i consiglieri

Una comunicazione del segretario generale Gianluigi Rossetti comunica che qualsiasi ingresso dei consiglieri comunali di maggioranza o minoranza dovrà essere comunica preventivamente e registrato

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Ad Adria continua a stringersi sempre di più la morsa nei confronti dei consiglieri comunali.
Quanto già successo lla consigliera Giorgia Furlanetto potrebbe capitare, da oggi, a qualsiasi consigliere, infatti dopo l'arrivo dei carabinieri in consiglio comunale (LEGGI ARTICOLO) per l'estromissione di Giorgia Furlanetto da parte del presidente del consiglio Bisco e l'intervento della polizia di Stato in comune per l'espulsione forzata da palazzo Tassoni della stessa consigliera da parte del segretario comunale Gianluigi Rossetti (LEGGI ARTICOLO), arriva una comunicazione proprio di quest'ultimo che norma come, da oggi 3 settembre 2020 in poi, dovranno accedere i consiglieri comunali in comune per chiedere informazioni. 

Infatti la comunicazione arrivata proprio ai consiglieri specifica: "Applicazione dell’ordinanza sindacale n.54/2020 – disposizioni operative nei confronti dei Consiglieri Comunali. Ricordato ai consiglieri comunali che è a tutt’oggi vigente l’ordinanza del sindaco n. 54 del 22/5/2020, si dispone, per coloro i quali rivestono la carica di consigliere comunale, quanto segue: i consiglieri comunali potranno accedere agli uffici della Residenza Comunale, al Comando di Polizia Locale e a tutti gli altri uffici comunali soltanto a seguito di preventiva comunicazione".

"In particolare: qualora la comunicazione venga data in forma scritta, o per posta elettronica: il consigliere dovrà inviarla con un preavviso di almeno 2 ore rispetto all’ora di arrivo; la comunicazione potrà essere inviata indifferentemente per posta elettronica ordinaria o per pec; la comunicazione va inviata all’ufficio o al funzionario che sarà incaricato di trattare la pratica o dare informazioni al consigliere richiedente e, in copia conoscenza, ad entrambe le addette dell’ufficio segreteria; l’ufficio segreteria terrà un registro degli accessi; in caso di visione o rilascio di copia di atti e/o documenti amministrativi, la richiesta deve essere effettuata in forma scritta (lo schema della domanda è libero);  in caso di preavviso minimo, è onere del consigliere verificare, tramite contatto telefonico, che l’ufficio interessato abbia ricevuto la comunicazione".

Aggiungendo: "E' consentito accedere anche esclusivamente tramite prenotazione con chiamata telefonica, a fronte dei seguenti accorgimenti: il consigliere dovrà chiamare esclusivamente le addette all’ufficio segreteria, (Laura 04267941212 o Cristina 0426/941219) dando un preavviso di almeno 15 minuti, al fine di procedere alla medesima registrazione prevista dal precedente punto 1.d, e eventualmente di dare comunicazione all’ufficio interessato per la visione ed il rilascio di copie, si applica il precedente punto".

Concludendo: "Si ribadisce che, indipendentemente da quanto sopra disposto, è fatto divieto di accedere agli uffici comunali a chi presenta sintomatologie compatibili con una possibile infezione da Coronavirus. Il presidente del consiglio comunale ha libero accesso, in ragione della carica rivestita, all’ufficio del sindaco e del segretario generale, qualora abbia esigenze diverse, è tenuto ad informare lo scrivente".
Articolo di Giovedì 3 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Per approfondire

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it