Condividi la notizia

#elezioniVENETO2020

Antonietta Giacometti con Cristiano Corazzari e Laura Cestari a Castelguglielmo

Il gruppo Lega a Castelguglielmo (Rovigo) per una cena in compagnia e per parlare del futuro, delle prossime elezioni e dell'importanza dei prossimi passi della politica

0
Succede a:
CASTELGUGLIELMO (Rovigo) – La Lista del Buon Senso, in minoranza nel comune di Castelguglielmo, ha organizzato una piacevole serata conviviale nella serata di venerdì 4 settembre, con tanti concittadini e simpatizzanti dei comuni limitrofi, per sostenere la lista “Lega-Liga veneta-Salvini” in appoggio al governatore uscente Luca Zaia, alle prossime elezioni regionali del 20-21 settembre.

Nell’accogliente atmosfera dell’agriturismo Valgrande di Runzi, l’occasione era ghiotta per spiegare l’importanza di esprimere la preferenza ai candidati polesani, oltre al voto di lista, nell’ottica di portare in regione persone che siano espressione del Polesine e che sostengano la gente ed il territorio polesano, sopra ogni cosa, talvolta al di là degli schieramenti di partito. Alla serata erano presenti i due candidati di punta della lista Lega, Cristiano Corazzari, Laura Cestari, che garantisce la doppia preferenza, che deve essere maschile e femminile a pena di annullamento.

A sottolineare l’importanza del momento elettorale, c’era la deputata Antonietta Giacometti che ha ricordato: “Dieci anni fa, mi sono battuta personalmente perché un giovane, capace, rappresentante dei nostri piccoli comuni altopolesani come Corazzari, arrivasse in Regione Veneto. Penso sia ancora la scelta giusta e chiedo a tutti voi di sostenerlo insieme”.

Dal canto suo, Cristiano Corazzari ha riportato di essersi sempre trovato da solo a rappresentare il Polesine, e di aver addirittura collaborato meglio con i big della politica dell’alto Veneto, piuttosto che coi polesani della minoranza, preoccupati solo di “andare contro”. “Il Polesine per il Veneto è un’opportunità, non una palla al piede – ha detto l’assessore Corazzari – è una terra ricchissima di eccellenze, competenze, valori di sacrificio, lavoro, solidarietà ed è ora che il Polesine sia ben rappresentato, in maniera coesa dai polesani, e cominci ad avere un peso in Regione, laddove si decide in tantissime materie che ci riguardano da vicino: la sanità, le scuole, l’agricoltura, il turismo, i servizi alla persona".

"Per fare questo nella giunta regionale mi serve un peso specifico, mi serve che votiate Lega e che scriviate la preferenza. Indicatene due: Cristiano Corazzari e Laura Cestari. La preferenza è un atto di fiducia che vi chiedo”.

Il padrone di casa della serata, Damiano Giacometti, consigliere comunale della Lista del Buon Senso, ha fatto il giro delle presentazioni di tutti i commensali, a significare che gli elettori sono persone e non numeri. Infine, ricordando che in questa tornata elettorale, si è chiamati anche ad esprimersi su referendum costituzionale per l’approvazione o meno della legge sulla riduzione del numero dei parlamentari, Giacometti ha detto: “Facendo facile populismo si fa presto a dire ‘Sì’ al referendum. Ma facciamoci un ragionamento semplice e concreto: oggi i rappresentati polesani in Parlamento ci sono, pochi, ma ci sono; se si dovesse ridurre il numero, è facile che il Polesine non avrà più nessuno e le decisioni passeranno sopra le nostre teste ancora di più di quanto non facciano adesso. Quindi ha più senso votare ‘No’”.
Articolo di Domenica 6 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it