Condividi la notizia

elezioniVENETO2020

La riforma dello sport, così come è pensata, non piace a Corazzari

Dopo il parere negativo del delegato provinciale del Coni di Rovigo, Lucio Taschin, arriva anche il parere contrario dell’assessore regionale allo Sport sulla riforma del Governo

0
Succede a:
A destra Corazzari a Porto Viro con mister Augusti per la presentazione della squadra

ROVIGO - “E’ stato un orgoglio per me fare l’assessore regionale allo Sport in questi anni e spero di essere ancora utile nel futuro per dirigenti, tecnici ed atleti soprattutto dopo il periodo tremendo legato all’emergenza del Covid 19”.

Cristiano Corazzari va fiero del programma realizzato durante il suo mandato dove ha conosciuto personalmente tantissime realtà polesane. “Ho incontrato in tutta la provincia persone splendide che davvero rappresentano una grande risorsa per questo territorio. Se riconfermato alle prossime elezioni regionali del 20 e 21 settembre sono pronto a continuare la strada percorsa in questi anni, ovvero utilizzare molte risorse del bilancio regionale per investimenti nella promozione della pratica sportiva e nello sport per atleti disabili. Siamo riusciti a far decollare una nuova legge regionale, che è stata completamente ripensata e, grazie alla collaborazione con le amministrazioni comunali, sono arrivati altre risorse finanziarie per l’impiantistica sportiva. Vado anche orgoglioso della redazione della Carta Etica che nel mondo della scuola ha trovato il suo sbocco naturale.

L’anno è stato particolare anche per l’assessorato allo sport regionale. “Sicuramente! – afferma Corazzari -. Abbiamo dovuto immediatamente mettere mano ai bandi che per primi avevamo pubblicato nei primi mesi dell’anno, proprio per sostenere le associazioni sportive dilettantistiche nonostante lo stop dovuto alla pandemia. Ma non è stata la sola attività portata avanti. Abbiamo cercato di lavorare in grande sinergia con le istituzioni regionali, Coni in primis, e nazionali per essere parte attiva in tutte le linee guida che riguardavano il mondo dello sport e in genere per incidere anche sui provvedimenti nazionali che si stavano adottando. “

Sulla riforma dello sport attualmente in discussione a livello nazionale non arrivano pareri confortanti dall’attuale assessore regionale. “E’ un lavoro che non coglie nel segno il vero bisogno dello sport. Il coinvolgimento delle Regioni tra l’altro in questo senso è stato veramente basso.” 

Per lo Sport ci sono altri traguardi da tagliare secondo Cristiano Corazzari. “Lo sviluppo dell’associazionismo e il volontariato sono sicuramente settori a cui intendo dedicare progetti concreti. Si deve continuare a lavorare sulla valorizzazione degli eventi sportivi per incidere sullo sviluppo turistico del territorio, soprattutto polesano, e va decisamente varato un piano di supporto all’impiantistica sportiva che abbisogna di interventi per la messa in sicurezza e l’abbattimento delle barriere architettoniche.”

Articolo di Domenica 6 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it