Condividi la notizia

MOSTRA ADRIA

Riaperta la mostra del Cieco Groto

Dopo la chiusura per colpa dell'emergenza Covid-19, ritorna attiva questa importante mostra ad Adria (Rovigo), e lo rimarrà fino al prossimo 6 gennaio 2021, presso il Museo Archeologico Nazionale

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Resterà aperta fino al 6 gennaio 2021 al Museo Archeologico Nazionale di Adria, Lo sguardo del buio – il “Cieco d’Adria” e il Tintoretto, la mostra sospesa a causa dell’emergenza sanitaria. L’allestimento è l’occasione per realizzare un viaggio nell’iconografia del letterato adriese attraverso i ritratti riprodotti nelle sue pubblicazioni ed altre opere che lo rappresentano.

Un’ esposizione incentrata sulla tela raffigurante Luigi Groto detto il Cieco di Adria, attribuita a Jacopo Robusti detto il Tintoretto o piuttosto alla sua bottega. Un’opera di proprietà dell’amministrazione comunale, custodita solitamente nell’ufficio del sindaco.

A portare i saluti per l’amministrazione comunale  il vice sindaco Wilma Moda che ha ringraziato la direttrice del museo Alberta Facchi, il curatore della mostra Alessandro Ceccotto, la presidente della Pro Loco Letizia Guerra, Sandra Bedetti per  la mostra “…Adria anche dopo i tempi romani” ,  i sostenitori e collaboratori coinvolti. A presenziare all’evento anche il presidente dell’ente Parco del Delta del Po che ha sottolineato come  la mostra sul Groto rappresenti un’opportunità per far conoscere il valore  del nostro territorio  con le sue peculiarità.

Successivamente Alessandro Ceccotto ha aggiornato la mostra su alcune notizie storiche relative al quadro che ritrae  il Cieco D’Adria  e a seguire la visita guidata della presidente della Pro Loco.

La mostra  indaga  il rapporto esistente tra la figura di Luigi Groto e il modo in cui viene rappresentato nell’iconografia pittorica ponendo un particolare accento sulla sua cecità intesa non come caratteristica debilitante bensì come possibilità di penetrare la realtà. Ecco allora che l’esposizione nasce con un percorso parallelo a quello tradizionale destinato alla fruizione tattile da parte anche di un pubblico di ipovedenti e non vedenti, facendo di questo un valore aggiunto e caratteristica distintiva intesa come un veicolo di trasmissione culturale universale. 

A rendere possibile l’iniziativa culturale, la direzione  regionale musei del Veneto, la direzione  del Museo Archeologico Nazionale, l’associazione  Pro Loco di Adria,  il sostegno di Bancadria Colli Euganei - Credito Cooperativo s.c. e Delta Consulting srl, la  collaborazione con la Fondazione Scolastica “C. Bocchi” di Adria, l’Accademia dei Concordi di Rovigo, l’Unione Italiana Ciechi di Rovigo e l’Istituto di Istruzione Superiore “Polo Tecnico” di Adria, Artieghi di Adria.

Media partner .ITADRIA by italiani.it.  Il museo è aperto dal martedì al sabato,dalle 14.30 alle 19.30; domenica e festivi, dalle 15 alle 19.30 (la biglietteria chiude mezzora prima) Chiuso il lunedì. Per informazioni: telefono 0426 21612
Articolo di Lunedì 7 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it