Condividi la notizia

#elezioniVENETO2020

Folchini: Uno stadio Battaglini da Pro14

Inaugurata a Rovigo la sede elettorale di Cristina Folchini alla presenza dei dirigenti del partito di Fratelli dì'Italia e della collega candidata, nel collegio di Padova, Elisabetta Gardini

0
Succede a:
Rovigo - Cristina Folchini: il candidato che unisce il "vecchio" ed il "nuovo" del partito di Fratelli d'Italia, la candidatura che mette a tecere i malumori delle settimane precedenti le nomine per le regionali nel partito di Giorgia Meloni.
Alla presenza di Elisabetta Gardini è stata inaugurata la sede elettorale di via Badaloni a Rovigo: "Dobbiamo fare rumore per far sentire le nostre idee, quello della politica che non disturba, ma che crea un volano che passa per comune, provincia e Regione". Esordisce così Cristina Folchini alla conferenza stampa per la presentazione della sua nuova sede elettorale con una proposta concreta che di rumore, a Rovigo, ne farà parecchio: riportare in città la culla del rugby internazionale, sistemare definitivamente lo stadio Mario Battaglini rendendolo pronto al Pro14. Un impegno concreto con la città per la Folchini consigliere regionale a Venezia.


Dopo il taglio del nastro, al tavolo dei relatori assieme alla candidata c'erano Alberto Patergnani, commissario provinciale di Fratelli d'Italia ed Elisabetta Gardini, candidata per Fratelli d'Italia al consiglio regionale per il distretto di Padova. In sala altri voti conosciuti del partito, da Elena Gagliardo, Ivo Baccaglini, Giorgia Furlanetto.
"Stimo Elisabetta come donna e come politica - ha affermato Folchini - e oggi è qua a trasmetterci la sua grande grinta ed esperienza politica che sta mettendo anche lei con la sua candidatura al consiglio regionale. Valore da trasmettere ai nostri giovani e figli, dato che io sono mamma prima di essere una donna in  politica. Il Polesine è importante per il Veneto, abbiamo delle eccellenze: dal mercato delle giostre alla pesca, e nello sport grazie al nostro pattinodromo delle Rose a Rovigo, omologato per i campionati europei, e lo stadio di rugby Mario Battaglini, primo ed unico nel panorama italiano nato e costruito solo per praticare il rugby, che migliorato può arrivare a ospitare match internazionali che possono creare un indotto utile all'economia del nostro Polesine".

Alberto Patergnani ha sottolineato come dopo i malumori legati ad eventi passati sulla candidatura di Cristina Folchini, oggi ci sia invece una grande coesione e comunione molto forte d'intenti. "Il rumore che ci ispiri oggi fa ricordare tutti gli sforzi che stiamo facendo come partito a livello provinciale per sostenerti. Oggi hai qui a questa presentazione molti dirigenti del partito, e questa è già una grande vittoria”.

Importante intervento sulle problematiche che stiamo vivendo in Veneto sono state messe in risalto da Elisabetta Gardini col suo intervento. "Stiamo vivendo un momento di grande cambiamento - ha detto Gardini - e il Veneto ha bisogno di cambiamento: più donne in Consiglio Regionale, risolvere una crisi sanitaria che sarebbe potuta essere gestita meglio sostenendo la medicina di territorio, dare spazio e voce al mondo dei disabili. Qualunque attività umana inizia dall'ascolto -  chiude la candidata padovana  - e oggi vede nel programma di Cristina tanti argomenti che dovrebbero essere ascoltati in Regione per rappresentare voi Polesani”.

Presente anche Bartolomeo Amidei, presidente del circolo di Rovigo, che ha evidenziato la sua insolita veste dopo tanti anni di politica attiva da candidato a "sostenitore di candidati", mettendo in risalto come il partito di Fratelli d'Italia sia cresciuto di adesione e di idee in questi ultimi anni nel Polesine.
Alla presentazione è intervenuto Daniele Ceccarello, candidato anche lui per Fratelli d'Italia alle prossime elezioni regionali sottolineando la sinergia creata con Cristina Folchini. "Ci  sarà - ha concluso - una collaborazione tra loro indipendentemente dal risultato delle elezioni".

A chiudere gli interventi con un saluto è stato Kevin Maneo, responsabile del movimento giovanile di Fratelli d’Italia ricordando a tutti i presenti di non dimenticare mai i contributi che vengono dalle giovani leve, futuri dirigenti di domani.
 
Articolo di Martedì 8 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it