Condividi la notizia

CULTURA VILLADOSE

Lucia Pozzato e Gabriella Bellan intervengono sull’evento della Centuriazione previsto il 12 settembre

Una tradizione storica e che per le due candidate alle prossime elezioni comunali deve dare maggiore spinta a quello che è tutto l'aspetto culturale del paese rodigino (Rovigo)

0
Succede a:
VILLADOSE (Rovigo) - “Riportare a Villadose manifestazioni come celebrazioni, mostre fotografiche di pittura, personali, gare pittoriche estemporanee, concorsi letterari, reading, presentazioni con l’autore di libri o di personalità di Villadose che si sono distinte per merito, rappresentazioni teatrali, canore, musicali, di danza, visite guidate al territorio valorizzando alcune realtà quali il Museo Didattico della Centuriazione e il patrimonio architettonico e paesaggistico di Villadose  sarà un modo per ridare slancio alla cultura e all’economia di Villadose”. Sono le parole della candidata sindaco Lucia Pozzato e condidata consigliere comunale Gabriella Bellan, entrambe insegnanti di professione. 
  

“Riteniamo che l’appuntamento di fine estate con la Centuriazione di Villadose, prevista sabato 12 settembre, sia una ricorrenza   che merita di essere valorizzata  maggiormente, perché oltre a  ricordare i 30 anni di archeologia romana a Villadose evidenzia le radici storiche del nostro Comune“ –proseguono- “La valorizzazione delle origini storiche del nostro Comune, si traduce nel coinvolgimento concreto delle  realtà associative  e del mondo della scuola, attraverso un legame che si articola e si interseca attraverso la partecipazione e la fattiva collaborazione fra amministrazione e cittadini per la realizzazione di eventi, manifestazioni e iniziative che rivitalizzino il paese”. 

"L’evento di sabato 12 settembre, per il quale è prevista una Conferenza sulla Centuriazione di Villadose curata da Edoardo Manzin  e la sfilata di gioielli e abiti di Roma antica, racconta di una  pagina di storia  di Villadose  scoperta negli anni ‘60 grazie a fotografie aeree eseguite durante voli sopra il territorio villadosano, -spiega Bellan-  dalle quali si potevano osservare delle linee perpendicolari fra di loro che portarono  Rodolfo Peretto  ad ipotizzare  tracce di una centuriazione romana con un decumano massimo e cardini perpendicolari ad esso. 

"Nel corso degli anni ‘80 , nacque il Gav, Gruppo Archeologico di Villadose, con l’obiettivo di fare ricerca di superficie per dimostrare quanto suggerito dalle foto aeree. Promotori di questo gruppo il Prof. Raffaele Peretto e il dottor Enrico Maragno".

"Un lavoro che portò alcuni anni dopo, nel ’90, all’allestimento di “Cà Patella” di Villadose della Mostra archeologica didattica permanente sulla centuriazione romana a Villadose , che raccoglie numerosi reperti ritrovati. Accanto a questo si diede vita alla Rievocazione storica della Centuriazione romana, affiancando ad un Convegno di Archeologia, un mercato romano, accampamenti di legioni romane e di barbari, con giochi, riti, celebrazioni, opere teatrali e danze. Ad arricchire la rievocazione storica il Gruppo di  Danza Antica  seguito dalla professoressa Melotto  e l’azione del gruppo della Legio I Italica, che ha collaborato anche con Alberto Angela.

"Non ultimo per importanza, vennero intrapresi negli anni 2000 degli scavi in collaborazione con l’Università degli Studi di Verona che ha ridato luce ai resti di una villa di periodo romano in località Cà Motte". 

“Un patrimonio culturale che riteniamo debba  essere   valorizzato  maggiormente  per rendere Villadose  un’attrattiva anche per il settore turistico, per fare un cambio di passo al paese, dove “La misura dell’intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario” (A. Einstein). Concludono Pozzato e Bellan. 

 
Articolo di Mercoledì 9 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it