Condividi la notizia

LA CERIMONIA

Ricordato a Ceregnano l’ex-sindaco Vincenzo Avezzù

La famiglia ha consegnato al Comune di Ceregnano (Rovigo) una copia della pergamena che la cittadinanza, come segno di riconoscenza per il grande lavoro svolto come amministratore pubblico, donò al proprio Sindaco Avezzù nel lontano Novembre 1926

0
Succede a:

CEREGNANO (Rovigo) - Domenica 13 settembre, nella Sala consiliare del Comune di Ceregnano, si è tenuta una breve, ma sentita cerimonia di ricordo del già Sindaco e primo Podestà del Comune di Ceregnano Cav.Vincenzo Avezzù, in carica del 1922 al dicembre 1936, epoca della sua scomparsa.

L’occasione è stato il ritrovamento di una pergamena che la cittadinanza di Ceregnano, come segno di riconoscenza per il grande lavoro svolto come amministratore pubblico, donò al proprio Sindaco Avezzù nel lontano Novembre 1926 come “omaggio di devozione al magistrato integerrimo, al Padre affettuoso”. E sempre nella pergamena è scritto “resti ai lontani nipoti il ricordo del primo Podestà del Comune di Ceregnano”.

Per questo motivo i nipoti di Vincenzo Avezzù, di questo nonno mai conosciuto perché morto molto giovane, si sono ritrovati assieme e uno di loro, Paolo Avezzù, dopo aver fatto un breve ricordo della attività di Sindaco del nonno, ha consegnato a nome di tutti i cugini al Sindaco di Ceregnano Ivan Dall’Ara ed al Vicesindaco Elena Dall’Oco una copia di questa pergamena. Prima di fare la foto di rito insieme, Dall’Ara ha ringraziato per l’omaggio, ricambiando con una copia della ormai famosa “bandiera della felicità” e di una fotografia dell’antica casa Avezzù, ora diventata “Ca’ Rosa”.

Articolo di Domenica 13 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it