Condividi la notizia

#elezioniVENETO2020

Navigazione interna: per Diego Crivellari occasione di sviluppo nel rispetto dell'ambiente

La Regione ha un ruolo fondamentale per lo sviluppo della navigazione, sia commerciale e turistica in Polesine, ma c’è la necessità di ampliare gli investimenti per far sì che si possa adeguare e rilanciare un settore per noi strategico

0
Succede a:
ROVIGO - Il candidato alle regionali del Veneto della lista Pd risponde alla lettera aperta di Assonautica (LEGGI ARTICOLO) “La navigazione interna rappresenta un importante elemento di sviluppo del territorio nell'ottica di riduzione delle emissioni di anidride carbonica e di valorizzazione dei corsi d’acqua di cui è ricco il Polesine: si tratta di un binomio vincente per la promozione del turismo lento, sostenibile e di qualità”.

Lo afferma Diego Crivellari, candidato del Partito Democratico alle elezioni regionali del prossimo 20 e 21 settembre, che aggiunge anche come “durante il mio mandato parlamentare e non solo, mi sono adoperato perché le idrovie polesane diventassero una leva per lo sviluppo del nostro territorio. La Regione ha un ruolo fondamentale per lo sviluppo della navigazione, sia commerciale e turistica in Polesine, ma c’è la necessità di ampliare gli investimenti per far sì che si possa adeguare e rilanciare un settore per noi strategico. È qui - incalza Crivellari - che emerge la necessità di una stretta sinergia sia con il Governo, per attivare politiche che prevedano incentivi reali rivolti allo sviluppo di questo settore, sia con l’Unione Europea. Da Bruxelles, ricordiamolo, sono destinati all’Italia ben 208 miliardi di euro che dovranno essere investiti soprattutto in progetti ‘green’: il Recovery Fund, quindi, può e deve
aiutare il sistema idroviario padano-veneto, per renderlo competitivo sui piani turistico e commerciale”.

Non va poi sottovalutato il ruolo dell’Interporto: “Come abbiamo sostenuto più volte  - conclude Crivellari - il ruolo di questo importante
interlocutore non può limitarsi al solo trasporto fluviale di merci, perché la sua vicinanza a Rovigo e la sua conformazione lo rendono strategico anche nell’ottica turistica. Un esempio perfetto, in questo senso, è l’iniziativa ‘Fiume di Mezzo’ lanciata da Assonautica e sposata da tanti attori istituzionali e non”.
Articolo di Domenica 13 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it