Condividi la notizia

SPORT

Enrico Bertaglia campione d’Italia, argento per Ferrari e Zerbetto

Fine settimana impegnativo per il Paracanoa del Canoe Rovigo, che conferma di essere tra i primi in Italia. Medaglia d’oro per Enrico Bertaglia, d’argento Ferrari e Zerbetto

0
Succede a:

IDROSCALO DI MILANO - Nel bellissimo scenario del campo internazionale sul lago di Idroscalo a Milano, si sono conclusi con i risultati eccellenti i Campionati Italiani di Velocità di Paracanoa. La manifestazione più importante in questa stagione sportiva, vestita di tante emozioni, per alcuni atleti del Canoe Rovigo è stata un vero esordio, una prova di vita nella più genuina dimensione sportiva. La canoa, che percorre fiumi e laghi senza limiti e senza barriere per la disabilità a stretto contatto con l’acqua e la natura. 

L’inaspettato esordio è stato di Enrico Bertaglia, che nella categoria DIR B in barca singola trionfa sul gradino più alto del podio e vince il titolo tricolore di Campione d’Italia sulla distanza dei 200m. 

La determinazione e la volontà di ferro mostra anche giovanissimo atleta Sebastiano Ferrari che debutta alla gara nella categoria DIR A. La sua primissima competizione sui 200m conclude in un grande stile, conquistando un bellissimo podio con meritato argento.

Straordinario Matteo Zerbetto, cat. KL1 (tetraplegico), non si piega mai davanti le difficoltà, e come sempre mostra a tutti noi che con la forza di volontà si può spingersi oltre ogni ostacolo. Nella sua gara di sprint si piazza secondo portando a casa la medaglia d’argento. 

Rimangono orgogliosi della prestazione della squadra e dei risultati conquistati i dirigenti e gli allenatori del Canoe Rovigo, che ancora più motivati continueranno a promuovere la canoa come lo sport adatto a tutti. Fiera l’allenatrice Aneta Andziak, e tecnico di paracanoa, che sostiene che con un giusto approccio allo sport, si può migliorare in modo significativo la qualità della vita dei nostri giovani, lasciando le tracce positive anche nel loro futuro. La paracanoa, un grande risultato umano, ancora prima di quello sportivo.

 

Articolo di Lunedì 14 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it