Condividi la notizia

SCUOLA

Ingressi diversi a seconda del corridoio e del piano della propria aula

Primo giorno di scuola all’Istituto Primo Levi di Badia Polesine (Rovigo) in piena sicurezza. Tanta emozione tra gli studenti, ma anche tra i docenti che dopo mesi rivedono i loro ragazzi 

0
Succede a:

BADIA POLESINE (Rovigo) - Primo giorno di scuola per gli studenti e le studentesse dell’IIS Primo Levi di Badia Polesine, la campanella è suonata alle 8 per le classi prime e alle 9 per tutte le altre; ingressi diversi a seconda del corridoio e del piano della propria aula, come regolarmente comunicato con congruo anticipo tramite sito.  “I comportamenti degli studenti e degli adulti devono sempre avere come obiettivo la riduzione del rischio di contagio. - scrive il ds Amos Golinelli a tutto il personale della scuola - Innanzitutto ciò significa, come più volte ribadito, che gli studenti di classi diverse non possono mai venire a contatto, da quando entrano a scuola fino a quando escono al termine delle lezioni. Sarà richiesta molta attenzione da parte di tutti, docenti e non docenti”. 

Si comincia un nuovo anno scolastico caratterizzato da regole nuove, distanziamento dei banchi in classe e corridoi con l’indicazione dei diversi sensi di marcia, dispenser con gel igienizzante in ogni aula e regole per cambiare aria dopo ogni ora di lezione, solo per citarne alcune. Durante l’intervallo, così come durante le lezioni, i vari gruppi classe non dovranno entrare in contatto tra di loro, allo scopo di rendere più agevole la ricostruzione dei contatti in casi sospetti; i referenti Covid hanno già cominciato la formazione, durante la prime due ore in classe, i docenti dovranno leggere con i ragazzi e le ragazze il protocollo per scongiurare la diffusione del contagio. Tanta emozione tra gli studenti, ma anche tra i docenti che dopo mesi rivedono i loro ragazzi, ma devono anche riappropriarsi dei tempi e delle strategie delle lezioni “dal vivo” dopo mesi di DAD. Mancano ancora diversi docenti all’appello e, anche se ormai ogni anno questo si realizza, quest’anno questa lentezza pesa di più. Ad accogliere gli studenti di classe prima, il Dirigente Amos Golinelli che poi passerà per salutare ma anche, e soprattutto, per raccomandare attenzione alle nuove regole. Per tutti, alunni e docenti è di fondamentale importanza misurarsi la temperatura a casa prima di partire per recarsi a scuola. 

Articolo di Lunedì 14 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it