Condividi la notizia

ADRIA

Amministrazione Barbierato contestata pubblicamente al primo consiglio comunale aperto

Ad un certo punto della seduta pubblica la minoranza di consiliare di Adria (Rovigo) si è alzata mostrando cartelli di protesta per quanto accaduto nell'ultimo periodo di politica adriese

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - La misura è colma ad Adria, la minoranza sbotta e pacificamente esprime, nella prima assemblea con il pubblico (16 persone ammesse previo prenotazione), l'enorme disagio di rappresentare i cittadini che hanno dato loro fiducia nel regime instaurato dal sindaco Omar Barbierato con il proprio segretario comunale Gianluigi Rossetti. 

Dopo le prime discussioni a inizio consiglio comunale su quale sia il punto dal quale iniziare ci sono le comunicazioni del sindaco Omar Barbierato, che puntualizza l'incarico dato a Padova Nuoto per gestire la piscina comunale dall'1 ottobre e la negligenza del gestore uscente (LEGGI ARTICOLO).

Successivamente sono continuate le proteste da parte della minoranza proprio per l'ordine dei punti da discutere in consiglio e proprio sull'intervento di Giorgia Furlanetto si sono alzati i cartelli di protesta da parte dei consiglieri comunali d'opposizione. 

"No alle intimidazioni contro i cittadini che protestano", un chiaro monito dopo le diffide mandate dal comune di Adria a firma del segretario comunale ai cittadini che, parrebbe, avessero offeso la figura del sindaco (LEGGI ARTICOLO). "Il comune è anche casa nostra", anche qui in riferimento a ciò che è accaduto nelle scorse settimane con la stretta delle regole per l'accesso in comune dei consiglieri comunali (LEGGI ARTICOLO). 

"Basta sopprusi, rispetto per la minoranza", un rimando anche questo al comportamento, che è stato adottato anche nell'espellere la consigliera comunale Giorgia Furlanetto dal consiglio comunale (LEGGI ARTICOLO) e successivamente dal comune (LEGGI ARTICOLO).

"La democrazia non può rimanere monca, intervenga chi di dovere" e "Consiglio comunale luogo di democrazia"; tutto per far capire quanto questa minoranza sia stufa del trattamento che gli è riservato in consiglio comunale e chiede sostanzialmente che le cose cambino. 
Articolo di Martedì 15 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it