Condividi la notizia

SINDACATI

Crivellari sottoscrive le proposte di Fp Cgil

Proposte per la difesa della sanità pubblica della Cgil che Diego Crivellari, candidato alle prossime elezioni regionali del Veneto, sposa in toto 

0
Succede a:

ROVIGO - Il candidato al consiglio regionale Diego Crivellari, dichiara di sottoscrivere con “orgoglio e convinzione l'appello della Fp Cgil Veneto, per tutelare il lavoro del pubblico e garantire un servizio migliore del sistema salute”. Il sindacato per la tutela della Funzione Pubblica, infatti, ha inoltrato ai candidati impegnati questo weekend del 20 e 21 settembre per il rinnovo del consiglio regionale le sue proposte per la difesa della sanità pubblica, delle Case di Riposo, e degli enti territoriali, quali Difesa, Sicurezza, Giustizia, Istruzione, Fisco, Ambiente, Lavoro, per citare alcuni esempi. 

“La riduzione del personale in questi settori crea diverse difficoltà per i nostri cittadini. - Prosegue Crivellari - Vanno sostenute le assunzioni in questi settori, valorizzate le figure professionali ed operare un serio investimento sulla creazione di nuove professionalità. Serve una maggiore integrazione nella relazione tra soggetti direttamente dipendenti dallo Stato con il sistema delle Regione e delle autonomie locali”.

Analogo discorso per la sanità: “Qui è necessario cominciare ad investire concretamente sulle politiche del personale, incrementando le dotazioni ospedaliere e potenziando le cure primarie. - continua il candidato - È anche finalmente arrivato il momento di ripensare in modo intelligente al sistema delle case di riposo, nell’ottica di un rafforzamento e della valorizzazione pubblica. Serve con urgenza una riforma delle Ipab (Istituti di Pubblica Assistenza e Beneficienza), perché la mancata riforma del 2015 è un peso che non può più gravare sulle famiglie. Negli ultimi anni c’è stato un esponenziale aumento della non autosufficienza e della cronicità di alcune patologie, la Regione deve quindi fare molto di più, sostenendo le strutture pubbliche. Non si può perdere altro tempo, vanno potenziate le cure primarie e territoriali, rivalutando la necessità di rivedere gli ambiti ottimali dei Distretti Socio-Sanitari, perché l’attuale rapporto distretti/popolazione non è coerente con l’ambizione a rafforzare il territorio”. Infine, sulla questione dei ticket sanitari, Crivellari sostiene l’importanza di maggiore equità nel costo delle prestazioni: “Va rivisto il sistema di compartecipazione per chi non ha esenzioni, con meccanismi di progressività delle quote in relazione al reddito familiare equivalente”.

Concludendo, il candidato afferma: “Mi impegno con determinazione a dare vita ad un nuovo modello di progettualità per il settore della terza età, che affianchi alle Case di Riposo altre strutture come i centri diurni, che permettono di lavorare su invecchiamento attivo e prevenzione”.

Articolo di Mercoledì 16 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it